Maneskin Coachella, botta e risposta tra Chef Rubio e Damiano David

Maneskin Coachella, il cuoco critica l'intervento del leader della band. Che gli risponde a tono

Maneskin Coachella chef rubio
Ultimo aggiornamento:

Maneskin Coachella, scoppia la polemica. Colpa delle parole pronunciate sul palco del festival musicale californiano dal frontman Damiano. Il quale, durante l’esibizione, dopo aver lanciato il suo appello per la fine della guerra in Ucraina, ha indirizzato un forte ‘vaff…’ a Vladimir Putin. Un’iniziativa che non è piaciuta a Gabriele Rubini, alias Chef Rubio, che non ha mancato di esprimere il suo disappunto. In un messaggio postato su Twitter, il cuoco ha infatti fatto presente che avrebbe preferito che il cantante si fosse esposto invece a favore dei palestinesi, di cui lui è un noto sostenitore.

MANESKIN COACHELLA, BOTTA E RISPOSTA CHEF RUBIO-DAMIANO

In Palestina – scrive Rubio a Damiano – ci sono persone con gambe più delle tue. Il problema è che gli sparano, quindi al massimo ne hanno una. L’altra infatti, visto com’è ridotta, di solito la devono amputare. Grrr, quanto siete ribelli c*** (fa ridere che vi seguite da soli)“. Parole dure e serie quindi, cui il leader dei Maneskin sceglie di rispondere con tutt’altro tono, più ironico. “Doppia salsiccia per me“, le parole postate anche queste su Twitter.