Roma, donna accoltellata in casa: connazionale nei guai

Roma, donna accoltellata in casa. Trentenne, origini marocchine, sarebbe stata colpita al volto da un fendente. A scagliarlo, al culmine di un’aggressione, una sua conoscente, che pare ce l’avesse con lei per questioni economiche. L’episodio risale allo scorso 31 maggio, durante il pomeriggio: la vittima si trovava nel suo appartamento, in via Ugento, quando ha sentito bussare alla porta. Andata ad aprire, si è trovata davanti una coetanea, sua connazionale. La quale prima l’ha accusata di doverle dei soldi e poi le si è scagliata addosso con violenza, sfregiandola al viso con un’arma da taglio. A dare l’allarme alcuni vicini, che, allertati dalle urla della donna, hanno avvisato il 112.

DONNA ACCOLTELLATA, FERMATA LA RESPONSABILE

Sul posto è cosi giunta la Polizia, insieme ai sanitari del 118. Proprio questi ultimi, rinvenuta la donna accoltellata in stato di incoscienza, l’hanno condotta presso il Policlinico Umberto I. Qui, dopo aver ripreso conoscenza, è stata sentita dagli agenti del V Distretto Prenestino. Il suo racconto ha quindi permesso agli inquirenti di ricostruire con precisione quanto era accaduto. Identificando e alfine individuando colei che l’aveva aggredita, alla quale è stata comminata una denuncia per lesioni gravi. Da alcuni accertamenti, si è poi scoperto che stazionava irregolarmente nel nostro paese. Nel frattempo, la vittima è stata rimandata a casa dall’ospedale: secondo la prognosi, dovrebbe guarire in circa tre settimane.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE