Morti e Covid, la Procura conferma: “Nesso tecnicamente possibile”

Morti e Covid, il binomio esiste. Almeno a sentire quanto arrivato nelle ultime ore dalla Procura di Torino. Secondo cui si può operare una distinzione ben precisa: “Un conto è una morte per Covid, ben altro una morte con Covid“. Parole che scrivono una pagina chiara sulla prima fase della pandemia e su una questione che l’ha per larghi tratti caratterizzata, portando in molti casi a discussioni di notevole portata. Vale a dire, cosa ha davvero causato i numerosi decessi avvenuti nella primavera del 2020 dopo essere stati contagiati dall’infezione.

MORTI E COVID, LE PAROLE DEI MAGISTRATI TORINESI

A provare a dare una risposta il procuratore aggiunto del capoluogo piemontese Vincenzo Pacileo. Il magistrato si è espresso nel documento relativo alle richieste di archiviazione (alcune delle quali dall’esito positivo) delle indagini sulle Rsa della città. A suo avviso, accertare se malattia e morte siano legate da un nesso di causa è “tecnicamente possibile“. Anche se, aggiunge, all’epoca non fu fatto, dal momento che non si disposero esami autoptici sui corpo delle vittime.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE