Strage sulla Marmolada: crollo provoca morti e decine di dispersi

Strage sulla Marmolada, il bilancio ancora provvisorio dell'episodio. Su cui indaga la Procura di Trento

strage sulla marmolada trento
Ultimo aggiornamento:

Strage sulla Marmolada. Una tragedia dalle dimensioni enormi, che per ore ha tenuto impegnati i Vigili del Fuoco e gli uomini del Soccorso Alpino del Trentino. Per tutta la notte l’area del ghiacciaio è stata infatti presidiata con l’ausilio di droni e battuta palmo a palmo. A ore i soccorsi dovrebbero scendere in campo in prima persona, anche se tutto dipenderà dalle condizioni del tempo: serviranno infatti temperature rigide per tenere le operazioni al riparo dagli enormi lembi di ghiaccio rimasti sulla montagna.

STRAGE SULLA MARMOLADA, IN ARRIVO IL PREMIER DRAGHI

All’origine della tragedia il distaccamento dal ghiacciaio di un seracco, che ha innescato una valanga abbattutasi sulla valle e sul sentiero sottostanti. 6 persone hanno perso la vita e altre 9 sono rimaste ferite, due delle quali in maniera grave. Altrettanti sarebbero i dispersi, anche se il numero preciso è ancora in fase di accertamento. Previsto in giornata l’arrivo nella sede operativa di Canazei del premier Mario Draghi, preceduto da alcuni parenti delle vittime e dei dispersi.

STRAGE SULLA MARMOLADA, INDAGA LA PROCURA

Verifiche saranno effettuate anche sul fronte veneto della montagna, dove potrebbero essersi inoltrate altre persone. Delle vittime finora accertate tre sono italiane e una cecoslovacca. Insieme a loro anche un uomo e una donna al momento ancora senza identità. Tutti probabilmente facevano parte dei due gruppi di escursionisti travolti dalla valanga. Sull’episodio la Procura di Trento ha aperto un fascicolo, a carico di ignoti, per il reato di disastro colposo.