🟥 ULTIME NEWS

🟥 ULTIME NEWS

La Farmacia si vuole trasferire ma il Comitato di Quartiere si appella a Federcontribuenti

Il caso riguarda la farmacia di zona del quartiere Due Leoni, piccola borgata fra Tor Bella Monaca e Borghesiana. Si vocifera che la farmacia sia intenzionata a trasferire l’attività in un altro locale, ma i cittadini invocano il regolamento comunale per far sì che il trasferimento non abbia esito.
“La libertà del farmacista di trasferire una sede farmaceutica da un luogo ad un altro non è  illimitata, in quanto l’autorità amministrativa, nel concedere l’autorizzazione, può e deve valutare le esigenze degli abitanti della zona, in rapporto alla finalità di ottimizzare la funzionalità del servizio farmaceutico.
Questa limitazione alla libertà dell’iniziativa economica del farmacista si giustifica considerando che il titolare di farmacia si giova, in realtà, di un sistema di quasi-monopolio. Di conseguenza, spetta al Comune valutare se i nuovi locali della farmacia sono situati in luogo tale da soddisfare le esigenze degli abitanti della zona, in rapporto alle condizioni topografiche e di viabilità.
Qualora lo spostamento dell’esercizio farmaceutico all’interno della zona possa arrecare pregiudizio all’utenza, sorge l’obbligo per l’Amministrazione di svolgere un’istruttoria al fine di accertare se, effettivamente, lo spostamento dell’esercizio possa rendere disagevole ai residenti l’accesso al servizio farmaceutico”.

Federcontribuenti al fianco dei cittadini del quartiere

E’ quanto si legge in una nota di Federcontribuenti Roma che, facendo riferimento all’ipotesi di spostamento della Farmacia da Via Siculiana a Via Casilina, che ha provocato le proteste del Comitato di Quartiere, rileva come il problema vero ”è che con lo spostamento della farmacia di Via Siculiana, una buona fetta di territorio sarà sprovvista di un presidio farmaceutico costringendo gli abitanti a prendere l’auto o il mezzo pubblico per recarsi alla farmacia più vicina.
Chiediamo dunque alla Asl competente del servizio farmaceutico di valutare bene se sia il caso di sguarnire una piccola fetta di territorio lasciando i cittadini di Via Siculiana (una lunga arteria) sprovvisti del servizio pubblico di farmacia”.
Redazione
Siamo la redazione. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

LEGGI ANCHE

ULTIME NOTIZIE