🟥 ULTIME NEWS

🟥 ULTIME NEWS

Concorrente Ciao Darwin paralizzato, assolti gli imputati: la motivazione lascia di stucco

Concorrente Ciao Darwin paralizzato, nessun colpevole. A stabilirlo il Tribunale monocratico di Roma, che ha assolto tutte e quattro le persone finite a processo. L’episodio incriminato risale all’aprile 2019: Gabriele Marchetti, questo il nome del concorrente, stava effettuando una prova quando cadde ferendosi in modo irreversibile. Secondo il giudice che ha preso in esame il caso però ‘il fatto non sussiste’. Non si sarebbero dunque verificate quelle lesioni personali gravissime contestate dai pm.

CONCORRENTE CIAO DARWIN PARALIZZATO, L’INCIDENTE E LA TERRIBILE DIAGNOSI

54 anni all’epoca dei fatti, Marchetti era impegnato nel ‘Genodrome’, una serie di rulli che avrebbe dovuto superare. Uno di questi però lo ha fatto sobbalzare e precipitare all’interno della struttura. Ricoverato al Policlinico Umberto I, fu poi trasferito presso la Fondazione Santa Lucia per la riabilitazione. L’incidente gli era costato due vertebre schiacciate, oltre ad una lesione al midollo che incise sulla sua respirazione. Fu urgentemente operato, con buona riuscita, ma rimase paralizzato dal collo in giù.

CONCORRENTE CIAO DARWIN PARALIZZATO, IL VERDETTO CHOC

Nel mirino dell’accusa il fatto che il concorrente non era stato addestrato per il gioco, il cui impianto inoltre destava condizioni oggettivamente pericolose. I rulli erano infatti sospesi a un metro d’altezza e sotto di essi c’era solo una vasca dal fondo rigido. Per questo, erano finiti in aula 4 dirigenti: due di Rti, uno della società che si occupava dell’attrezzatura e uno di quella che selezionava i partecipanti. Tutti assolti, perchè Marchetti, scrive il magistrato, non era dipendente nè si trovava su un luogo di lavoro, ma svolgeva attività ricreativa.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

LEGGI ANCHE

ULTIME NOTIZIE