🟥 ULTIME NEWS

🟥 ULTIME NEWS

Caso Orlandi, il Vaticano torna al lavoro: pronte nuove indagini

Caso Orlandi, si riaccende la speranza di fare giustizia. Per iniziativa del Promotore Alessandro Diddi, la magistratura della Santa Sede si occuperà nuovamente della misteriosa scomparsa, avvenuta nel giugno del 1983. Secondo quanto riporta l’Ansa, l’iniziativa costituirebbe il frutto delle istanze presentate in questi anni dal fratello della giovane, Pietro. Il lavoro dei giudici vaticani prenderà il via dagli atti e dalle carte che costituivano il fulcro delle prime indagini sulla vicenda. Lo scopo, trovare nuovi elementi o ridare vita a quelli che in precedenza sono stati poco approfonditi.

CASO ORLANDI, LA REAZIONE DEI FAMILIARI

La Procura di Roma stava lavorando anche su Mirella Gregori, anche lei sparita in circostanze poco chiare circa un mese prima della Orlandi. Nell’ottobre del 2015 però si decise di mandare in archivio entrambi i procedimenti. Si accolse così la richiesta che l’allora procuratore capo (e attuale numero uno del Tribunale Vaticano) Giuseppe Pignatone avanzò di concerto con i sostituti Ilaria Calò e Simona Maisto. Ora questo colpo di scena, che i familiari di Emanuela accolgono con soddisfazione: “Non ne sapevamo niente, l’abbiamo letto sui giornali. Da un anno aspettavamo che ci ascoltassero“, le parole della legale Laura Sgrò.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

LEGGI ANCHE

ULTIME NOTIZIE