Seguici sui Social

Attualità

“Perché premiano Geolier e non mio figlio?”: l’indignazione della mamma di Giogiò

“Perché premiano Geolier e non mio figlio?”: l’indignazione della mamma di Giogiò

Pubblicato

il

“Perché premiano Giogiò e non mio figlio?”: l’indignazione della mamma di Geolier

La polemica della madre di Giogiò contro il premio a Geolier

Daniela Di Maggio, madre di Giovanbattista Cutolo (o Giogiò), ha espresso il suo disappunto per la decisione del comune di Napoli di conferire un premio a Geolier, il noto rapper napoletano. Di Maggio non ha esitato a manifestare la sua critica verso il sindaco, sostenendo che sarebbe stato appropriato tributare un riconoscimento anche a Giogiò, che aveva rappresentato Napoli insieme a Geolier sul palco dell’Ariston, anziché privilegiare esclusivamente il rapper.

Di Maggio ha manifestato il suo forte dissenso anche riguardo alla possibile candidatura in politica affermando di voler essere la voce della città di Napoli. L’omissione di un premio per Giogiò è stata per lei ingiusta e ha sottolineato come ciò invii un messaggio errato. Nonostante le controversie, la madre di Giogiò ha anche espresso il suo sostegno nei confronti di Geolier, sottolineando che l’artista sta modificando il suo approccio alla musica in seguito alla tragica morte di Giogiò, ed enfatizzando l’importanza di trasmettere ai giovani valori positivi.

La situazione ha suscitato indignazione e la madre di Giogiò si è interrogata sul messaggio che il sindaco di Napoli intendesse comunicare alla città. La sua indignazione è stata evidente nel sottolineare la mancanza di coerenza e giustizia nell’assegnare il premio solo a Geolier, escludendo la vittima Giogiò. Tale decisione è stata giudicata sbagliata e ha sollevato molte perplessità. La madre di Giogiò ha espresso il suo dissenso nei confronti della scelta, sottolineando la necessità di trasmettere messaggi positivi e inclusivi alla comunità, anziché premiare solo chi ha avuto un passato controverso.

Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA