Seguici sui Social

Coronavirus

CORONAVIRUS “Quando finirà l’emergenza tutti dovranno avere le mascherine”

Pubblicato

in



CORONAVIRUS: “Quando finirà l’emergenza tutti dovranno avere le

Ospite nella trasmissione di Fabio Fazio su rai 3 il noto virologo Roberto Burioni ha affermato che “I numeri cominciano a essere meno negativi e in un’epidemia significa positivi. Stiamo raccogliendo i frutti del nostro comportamento, come prima raccoglievamo i frutti della nostra irresponsabilità. Dobbiamo perseverare con i nostri sacrifici. Non possiamo predire il futuro, ma sembra che le cose stiano rallentando”. “Stiamo inoltre guadagnando tempo che viene sfruttato dagli ospedali per organizzarsi, dallo Stato per elaborare nuove procedure e dalla ricerca che ovunque sta andando avanti e cercando di fare qualcosa”. Il medico ha poi concluso “quando torneremo al lavoro dovremo tutti indossare la mascherine, e cambiarla una ogni quattro ore”.

Pubblicità

Coronavirus

Coronavirus, Pregliasco: “Sesso tra coppie conviventi è sconsigliabile”

Pubblicato

in

Di

Pregliasco


Il direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi di Milano sconsiglia alle coppie contatti intimi per evitare possibili contagi

Il Direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi di Milano, Fabrizio Pregliasco, invita le coppie a praticare l’astinenza a causa del Covid. “Se la gente è costretta ad andare a lavorare in presenza, non può evitare di salire su un treno, su un autobus o sulla metropolitana. Da qui a una settimana avremo un ulteriore aumento di contagi, ricoveri, terapie intensive e decessi. Quando ho detto che il sesso anche tra coppie conviventi è sconsigliabile, ho dato un consiglio. Confermo però che il rischio esiste e che sarebbe meglio astenersi il più possibile. D’altronde se sono pericolose le strette di mano, a maggior ragione lo sono, come è ovvio, i contatti intimi. Il virus è mutato solo in quattro o cinque sfumature, ma è aggressivo, esattamente come lo era a marzo scorso.

Le previsioni di Pregliasco

Il medico ha poi proseguito dando una serie di delucidazioni sui probabili tempi di arrivo e di efficacia di un eventuale antidoto al virus. “Il vaccino è la soluzione più efficace, ma ci vorrà almeno un anno. Entro Natale dovrebbero essere disponibili al massimo un milione di dosi. E noi siamo 60 milioni. E non è affatto detto che basti una dose sola e non serva un richiamo dopo sei mesi. Considerando tutto questo, è ragionevole pensare che per una copertura capillarmente efficace si debba aspettare la fine del 2021. Si comincerà con le persone più esposte, a partire dal medici, dagli infermieri e dalla parte più anziana della popolazione, fino a arrivare a un milione. Poi, si penserà agli altri 59 milioni. Ci vorrà tutto il 2021 per una cura efficace“, ha concluso Pregliasco, intervistato da Spray News.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA