fbpx
Seguici sui Social

Salute e benessere

Passione per la propria occupazione, un elemento che migliora la qualità del lavoro e della vita

Pubblicato

in

passione per la propria occupazione


Pubblicità

Passione per la propria occupazione, un elemento che migliora la qualità del lavoro e della vita.

La passione per la propria occupazione – Una delle domande poste più di frequente ai candidati durante un colloquio di lavoro è quale motivazione li abbia spinti a cercare proprio quel tipo di occupazione. Quasi mai le loro risposte contemplano il perseguimento delle rispettive passioni. Sono altre le molle che muovono invece sempre più persone a scegliere specifici impieghi in determinate aziende, piuttosto che altre.

Le motivazioni più frequenti

passione per la propria occupazione. Tra questi rientrano la maggiore vicinanza a casa, un capo più conciliante, uno stipendio più alto e pacchetti formativi personalizzati. Anche la dimensione aziendale è una delle motivazioni più menzionate. Nessun riferimento, al contrario, viene fatto al lavoro che i candidati sognavano da bambini, piuttosto che alle passioni che animano la loro vita quotidiana. C’è anche da tener conto del fatto che la propensione verso occupazioni più rispondenti alle esigenze pratiche (stipendio, carriera, maggiori guadagni) che alle aspirazioni personali è dettata dalla necessità di sostenere i costi della vita. Ecco perché la maggior parte degli occupati tende a ripiegare su posti di lavoro che garantiscano prima di tutto stabilità, col rischio di “accontentarsi” del primo incarico ottenuto piuttosto che continuare a costruire un lavoro che realmente piaccia. Eppure proprio quest’ultimo aspetto spingerebbe lo stesso lavoratore a migliorare la qualità dell’attività svolta e anche della sua intera vita. Il che innescherebbe per di più un circolo virtuoso tra una maggiore qualità del lavoro svolto dall’impiegato, il suo migliore appagamento e l’incremento della produttività aziendale, con notevoli benefici per l’intero business d’impresa.

Le novità dal mondo del lavoro

passione per la propria occupazione. Consapevoli di ciò, sempre più aziende stanno lavorando al loro appeal agli occhi dei lavoratori, adottando politiche di welfare sempre più raffinate e proponendo iniziative sempre più rivolte al loro benessere. ING Bank, nella sua sede italiana come all’estero, rientra proprio nel novero delle aziende più virtuose che investono risorse e strategie nel miglioramento dell’intero clima aziendale. Le politiche di welfare rivolte proprio ai dipendenti si sono rivelate talmente efficaci da aver condotto la ING a ottenere il prestigioso riconoscimento di azienda Top Employer 2020.

Che cosa è la Diversity Week

Ma quali azioni e quali strategie dispiega la società per incrementare la qualità del loro lavoro?Certamente opportunità di crescita concrete, costanti ed efficacemente supportate da una formazione costruita su misura. Non dimentichiamo che la valorizzazione dei talenti e delle diversità di ogni singolo lavoratore è senz’altro una potente fonte di gratificazione per quest’ultimo. Per questa ragione, la stessa ING Italia ha istituito la Diversity Week quale progetto pilota divenuto poi best practice diffusa nelle divisioni degli altri Paesi. Accanto agli aspetti meramente professionali ci sono poi specifici programmi di assistenza personale e familiare degli impiegati, dalla salute alle spese scolastiche, fino al il baby sitting. Per chi manifesta, invece, esigenze di conciliazione vita privata-lavoro più marcate, ci sono formule contrattuali in modalità smart working, già da diverso tempo prima che venisse imposta dall’emergenza Covid-19.

Il wellness aziendale

Ancora, viene posta grande attenzione nei confronti del wellness aziendale, con specifici eventi rivolti ai collaboratori e incentrati su corretta alimentazione, corretta postura, massimizzazione delle performance. In tutto ciò non vengono tralasciati neanche i più ricreativi momenti di ristoro e rigenerazione, come una sessione di yoga, di mindfulness o semplicemente office massage, praticato da consulenti esterni esperti in servizi rivolti ai dipendenti direttamente in un ufficio, come la start-up Call Me Spa.

 

Continua a leggere
Pubblicità