Ancora un femminicidio: spara alla moglie con una pistola e poi si suicida

Ancora un femminicidio: uccide la moglie con tre colpi di pistola e poi si suicida.

Tragedia in una villetta di via Chiascio, nella zona di Fossignano. Ancora una volta un femminicidio: questa notte intorno alle 3.30 ad Aprilia un quarantottenne di Caltanissetta ha ucciso la moglie quarantacinquenne colpendola con tre colpi di pistola e poi si è suicidato. Inutile l’intervento del 118. Dalle prime indagini svolte dai carabinieri sembra che il dramma si sia consumato a seguito di un litigio. Una discussione tra una coppia che, stando ai primi accertamenti, in passato non avrebbe avuto motivi di attrito particolari. L’uomo ha ferito a morte la moglie al torace con un revolver calibro 38 legalmente detenuto. Quindi ha rivolto l’arma contro di sé sparandosi un colpo alla testa. Ad avvisare gli investigatori una parente dei due che viveva con loro. La coppia, entrambi commercianti, si era trasferita ad Aprilia a maggio dopo aver vissuto a Marino. Nella villetta si è recato anche il sostituto procuratore della Repubblica di Latina, Martina Taglione, che ha aperto un’inchiesta. I militari e il medico legale stanno cercando di ricostruire l’accaduto. “Non avevano alcuna causa di separazione in corso”, specificano dal comando dei Carabinieri di Latina.

TRANSESSUALE SEMINA IL PANICO TRA PASSANTI E RESIDENTI CON UN BASTONE DI FERRO