RECOVERY FUND Scontro tra Italia e Olanda

Nessuna buona notizia dal vertice europeo sul Recovery fund: è scontro tra Italia e Olanda.

È scontro tra Italia e Olanda per il Recovery Fund. Al momento la situazione è in stallo: nessuna apertura nei confronti del nostro Paese. Il più inflessibile avversario di Giuseppe Conte è sempre il primo ministro olandese Mark Rutte che con i suoi veti continua a rendere difficoltoso il lavoro del premier italiano. Ciò che sta avvenendo a Bruxelles non è una sorpresa per Matteo Salvini, scettico sugli aiuti dell’Unione europea da sempre. Il leader della Lega ha criticato l’esecutivo spronandolo ad agire senza interventi esterni: “Siamo gli unici in Europa che stanno aspettando questi mille mila miliardi che tanto non arriveranno. Il suggerimento a Conte, come quando hai un compagno più bravo in classe, è copia. Copia dai francesi, dagli spagnoli, dai polacchi, persino dai greci, ma fai qualcosa. Vedrete che Conte è a Bruxelles ma dall’Europa non arriverà mai una lira, lo stanno prendendo in giro. Dobbiamo contare solo sulla forza degli italiani e sui loro risparmi”. Duro anche il commento di Giorgia Meloni che sui social ha scritto: “Al Consiglio europeo in corso i ‘nemici’ dell’Italia durante le trattative sono soprattutto i 4 ‘Paesi frugali’. Olanda: governo di coalizione liberali (stesso gruppo europeo di Renzi) e popolari (stesso gruppo della Merkel). Svezia e Danimarca: governo socialista, stesso gruppo del PD. Austria: governo popolari/verdi. Ma per i soliti giornaloni ben informati e per la maggioranza PD-M5S il problema sono ‘le destre’. Se questa gente pensasse più a difendere l’interesse nazionale italiano invece di perdere tempo a provare ad attaccare ‘i sovranisti’ per compiacere la Merkel e Macron saremmo già un passo avanti”.

INCREDIBILE A TRASTEVERE: GARE DI SPUTI PER ATTACCARE IL COVID