Seguici sui Social

Cronaca

Vergogna al Torrino – bottiglie e piatti in testa ad anziani per rapinarli

Pubblicato

in

torrino


Vergognoso quanto accaduto nel quartiere Torrino: un giovane romano è accusato di aver rapinato due anziani con modalità a dir poco deplorevoli.

Non bastano solo i reati per vergognarsi della propria condatta ma anche le modalità contano: Bottiglie e piatti rotti in testa ai poveri anziani malcapitati. Per questo motivo oggi, un 26enne romano incensurato, è stato posto agli arresti domiciliari con l’accusa di aver compiuto due rapine aggravate ai danni di due anziani, avvenute entrambe nel corso dell’estate appena trascorsa.
I fatti sono avvenuti nel quadrante sud della città, al Torrino zona residenziale e tranquilla al punto tale da incoraggiare il balordo a commettere questi reati indegni. I fatti si sono verificati a distanza di poco più di un mese l’uno dall’altro. Grazie all’indagine dei Carabinieri della Stazione di Torrino Nord, il gip ha potuto emettere un’ordinanza che dispone l’arresto ai domiciliari per il ragazzo.

I fatti


I fatti in particolare si riferiscono allo scorso quattro agosto quando una donna di 75 anni mentre transitava in via Deserto del Gobi, è stata colpita con una bottiglia di vetro, prima alle spalle e poi con altri due colpi alla testa, tali da mandare in frantumi la bottiglia. Approfittando dello stordimento della vittima, l’aggressore gli ha rubato la borsa con dentro un cellulare e 100 euro.
Poi ancora non contento, il balordo il 7 settembre sempre nella stessa zona, ha aggredito e tentato di rapinare un uomo di 69 anni: avvicinatosi alle spalle, lo ha colpito in testa con un piatto di porcellana tirato fuori dallo zaino, che per la violenza dell’urto è andato in frantumi. Il rapinatore ha poi frugato nelle tasche dei pantaloni della vittima senza però trovare nulla. L’identificazione del rapinatore è avvenuta grazie all’attivita’ dei Carabinieri della Stazione di Torrino Nord e alla collaborazione dei cittadini del quartiere che hanno fornito notizie utili per lo sviluppo delle indagini, scambiandosi informazioni su social.

Pubblicità

Cronaca

Roma, ladro rincorso dalla polizia si nasconde in un cassonetto

Pubblicato

in

Di

Cassonetto


Il giovane dopo un tentato scippo si è dato alla fuga per poi  nascondersi in un cassonetto

Roma. Ieri mattina in Via a Merulana, intorno alle 10.30, un 23enne ha derubato una passante infilandole la mano in borsa per sottrarle il portafoglio. Alcuni agenti di polizia in transito nella zona hanno notato la scena e hanno provato quindi a bloccarlo. Il ragazzo, bloccato dai poliziotti, si è prima  difeso a calci e pugni, poi si  è divincolato e si è nascosto in un cassonetto dell’immondizia in via Gucciardini. Nel mentre era stata allertata un’altra pattuglia del commissariato Esquilino, che lo ha trovato e fermato. Un passante ha poi consegnato agli agenti lo zainetto di cui il 23enne si era liberato durante la fuga. Dentro, la polizia ha trovato indumenti con ancora l’etichetta attaccata. Gli agenti non sono ancora  riusciti a risalire al negozio di appartenenza. Il 23enne è stato arrestato per tentata rapina impropria e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA