Seguici sui Social
PUBBLICITA


Coronavirus

Coronavirus, la Lega: “Perché la UE finanzia il laboratorio di Wuhan”?

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Sotto accusa 4 anni di finanziamenti al laboratorio di virologia cinese; e le sovvenzioni continuano ancora 

La vuole vederci chiaro. Sotto accusa i finanziamenti elargiti dalla al laboratorio di in Cina per ben 4 anni. “Come emerso negli ultimi giorni, l’Istituto di virologia di Wuhan, il più importante centro di virologia della Cina situato nell’epicentro dell’epidemia di Covid-19, ha beneficiato di finanziamenti europei: nel 2015 e nel 2019 la Commissione Europea ha elargito rispettivamente 73.375 e 87.436 euro in favore dell’Istituto nell’ambito del programma di finanziamento per promuovere la ricerca Horizon 2020″, sostengono gli europarlamentari Leghisti Marco Campomenosi e Marco Zanni.

I finanziamenti alla Cina continuano

Sembra inoltre che le sovvenzioni stiano ancora andando avanti. Campomenosi e  Zanni affermano infatti che “Un progetto per il controllo delle epidemie di virus, avviato il 1 gennaio 2020, starebbe finanziando l’Istituto con ulteriori 88.433,75 euro. Il programma Horizon 2020 prevede che la Commissione Ue controlli i partecipanti al progetto fino a due anni dopo il pagamento. In questo momento, su argomenti così delicati, è necessaria e obbligatoria la massima trasparenza“.  A seguito di questa scoperte i due esponenti della Lega hanno presentato un’interrogazione alla Commissione Europea sul tema, firmata da tutti gli europarlamentari del partito. L’interrogazione punta  a sapere se “il meccanismo di controllo e verifica sia stato attivato e con quali esiti, nonché per sollecitare più efficaci controlli nella fase successiva ai finanziamenti”.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Coronavirus Regione Lazio: Roma scende al di sotto dei mille casi

Avatar

Pubblicato

il

Di

Alessio D'Amato


Dati incoraggianti per la nostra città dall’odierno bollettino della Regione Lazio. D’Amato: “Non dobbiamo abbassare la guardia

La situazione del Lazio lascia spazio all’ottimismo, è quanto evidenzia l’odierno bollettino della Regione. Il mese di novembre si conclude infatti con il dato più bassi degli ultimi 30 giorni. Le parole dell’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato: “Oggi su 20mila tamponi nel Lazio (-2.905) si registrano 1.589 casi positivi (-404) e 39 decessi (+20). Il rapporto tra i positivi e i tamponi è sotto l’8%. E’ il dato più basso del mese di novembre, e per la prima volta in questo mese Roma città scende al di sotto dei mille casi (947). I risultati ci spingono a proseguire in questa direzione, ma non dobbiamo abbassare la guardia. Ora non bisogna ripetere gli errori di questa estate“, ha concluso D’Amato.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA