Cesare Battisti in sciopero della fame, l’avvocato : “Si sta lasciando morire”

Cesare Battisti è in sciopero della fame da quasi un mese. Le sue condizioni di salute sono critiche

Cesare Battisti dal ritorno in Italia dal Brasile per scontare i suoi vari reati è detenuto nel reparto di massima sicurezza del carcere di Rossano. Tenuto in uno dei blocchi di terrorismo di matrice islamica (nonostante sia estraneo al jihadismo) l’ex attivista del gruppo Proletari Armati per il Comunismo è a quasi un mese di sciopero della fame. L’avvocato Davide Steccanella comunica che le condizioni di salute di Battisti siano critiche. “Non riesce ad alzarsi“, “ha perso 10 kg“, “si sta lasciando morire“.

battisti
Salvini ai tempi dell’incarcerazione di Battisti

TOTTI SULLA ROMA