Conte annuncia il proprio partito: “I cittadini mi sostengono”

Conte annuncia il proprio partito. Le parole dell’ex premier dopo il video accusa di Grillo.

Conte annuncia il proprio partito. Il progetto, rivela, “non resterà chiuso nel cassetto” e sarà realizzato a prescindere che i Cinquestelle ne facciano parte oppure no. E’ questo solo l’ultimo capitolo dello scontro in atto da giorni con il fondatore del Movimento. Il quale, appena poche ore prima, gli aveva puntato contro l’ennesimo dito. “Sono il papà dei grillini, non il padre padrone che dici tu“, aveva ribadito in un video messaggio. Dando la sua versione della partita con Conte.

Quest’ultimo, secondo Grillo, non gli avrebbe consentito di scrivere insieme lo statuto e anzi lo avrebbe messo da parte. Ciò nonostante il fondatore, a suo dire, gli avesse fatto una sola richiesta: restare garante. Parole che Conte smentisce categoricamente: l’ex premier conferma il suo rispetto per Grillo, a cui chiede però di evitare di dire cose false “su di me e sul mio operato“. A partire proprio dalle richieste del fondatore: “più di una diarchia politica“, secondo Conte. Pronto ad avvalorare quanto dice pubblicando le mail che i due si sono scambiati.

Lo strappo sembra dunque insanabile. Ma quello che ora tutti si chiedono è: cosa farà l’ex premier? Difficile – per non dire impossibile – che tolga la leadership pentastellata a Grillo, non gli resta che percorrere la strada del partito personale. Quel che è certo è che non lascerà la politica. Vede infatti “tanto sostegno dei cittadini” e proprio ciò gli dà la forza di andare avanti nel progetto, cui “ho lavorato per 4 mesi“. Un progetto che definisce “ambizioso e utile” per l’Italia e che niente riuscirà a fermare. A maggior ragione se a essergli contraria è “una sola persona“.

INTANTO DRAGHI SOSPENDE IL CASHBACK