Studentessa violentata a piazza Cola di Rienzo, preso il responsabile

Svolta nel caso della studentessa violentata a piazza Cola di Rienzo lo scorso settembre

Studentessa violentata a piazza Cola di Rienzo, il colpevole ha un volto. Ad individuarlo i Carabinieri della Compagnia di San Pietro, inviati dalla Procura della Repubblica di Roma. Si tratta di un uomo di 42 anni, straniero e senza precedenti, sottoposto a regime di arresti domiciliari con braccialetto elettronico. L’accusa che gli inquirenti gli contestano è violenza sessuale aggravata. La vicenda risale allo scorso settembre: il cielo era completamente buio quando una pattuglia rinvenì la vittima, di origine americana, in strada. Nonostante il forte stato di shock, la ragazza riuscì a raccontare di essere stata aggredita sessualmente da un 40enne. Immediate partirono le ricerche nei dintorni, sfortunatamente senza esito. Ulteriori dettagli furono poi forniti dalla studentessa quando andò a sporgere denuncia: dopo essersi avvicinato con una scusa, l’uomo aveva dato avvio ad un contatto molto stretto con la ragazza, toccata fin nelle parti intime. I suoi ripetuti rifiuti non avevano fatto desistere l’uomo, che aveva proseguito nello sfogo dei suoi istinti fin sul pianerottolo dell’abitazione della giovane. Il cui incubo finiva grazie all’intervento delle coinquiline, che riuscivano a chiudere la porta davanti all’aggressore. Il quale è stato poi identificato dai Carabinieri con l’ausilio della videosorveglianza della zona e del condominio e infine riconosciuto dalla vittima e dalle amiche grazie alle immagini ricavate.