“Non incartate i regali”: lo strano appello anti rifiuti dell’assessora Alfonsi

"Non incartate i regali": la giunta comunale di Roma, in nome della pulizia, dichiara guerra ai 'pacchi' natalizi

Incidente

Non incartate i regali“. La richiesta, quantomeno insolita, arriva ai romani, tramite le colonne de Il Messaggero, direttamente dall’Assessora ai rifiuti Sabrina Alfonsi. Una richiesta “di civiltà“, così la definisce, a circa due settimane dall’inizio delle festività. Già in questi giorni, nelle vie dello shopping capitoline e non solo, si sta assistendo alla corsa dei cittadini a caccia di doni da far trovare sotto l’albero ai propri familiari. Doni che ovviamente non potranno essere presentati scoperti, ma dovranno essere necessariamente avvolti nelle consuete carte regalo. Le quali, una volta effettuato lo scarto del pacco, andranno a finire inevitabilmente nel cestino della spazzatura. E di lì poi nei bidoni posti lungo nelle strade. Qui si ritroveranno in enormi quantità, dando vita ad un assembramento non di poco conto per una città come Roma, da sempre costretta a fare i conti con i rifiuti.

Un problema che, all’atto dell’insediamento, il sindaco Roberto Gualtieri aveva promesso di risolvere definitivamente proprio entro Natale. Ma questo termine si avvicina sempre di più e la pulizia straordinaria annunciata è ferma al palo, lasciando la Capitale annegare in un mare di sporcizia. Forse proprio per questo la Alfonsi ha deciso di lanciare un sos della disperazione. L’Assessora mette nel mirino in particolare l’inquinamento e l’ingombro prodotto dagli imballaggi, che dunque chiede ai cittadini di evitare. Questi ultimi al momento non hanno ancora replicato: non resta dunque che aspettare e vedere se, e soprattutto in che modo, lo faranno.