Antonia De Mita Tufello – La figlia dell’ex premier denigra il quartiere: è polemica

Antonia De Mita Tufello, è scontro dopo le parole in merito alla vicenda dello stupro di Capodanno

antonia de mita tufello

ANTONIA DE MITA TUFELLO – La primogenita di Ciriaco è zia di uno dei ragazzi coinvolti nell’episodio (qui i dettagli). Intervenuta sulle colonne di ‘Repubblica’, ha difeso il nipote, sminuendo in particolare l’accusa che avesse fatto uso di droghe. Il guaio è che ha usato parole decisamente poco lusinghiere nei confronti del quartiere del III Municipio. “Non ho mai pensato che mio nipote si drogasse – ha detto – Non è mica cresciuto al Tufello“. E tanto è bastato per innescare la polemica, tra indignazione e richiesta di scuse.

ANTONIA DE MITA TUFELLO, LA REPLICA DI UNA PRESIDE

Tra le varie risposte, è risaltata quest’oggi quella di Raffaella Giustizieri. La donna, preside di uno degli istituti della zona, il Liceo Aristofane, si è rivolta direttamente alla De Mita attraverso una lettera. Questi alcuni passi, pubblicati sul sito ufficiale della scuola: “Le sue parole sono classiste e offensive per tutti quelli che, come me, sono nati, abitano e vivono il Tufello. Un quartiere che ha tanto da raccontare: sulla spinta delle sue origini popolari, è infatti cresciuto e si è superato. Fino a diventare oggi un laboratorio di innovazione sociale in continuo fermento. […] Mentre la cronaca dimostra che dai diamanti non nasce niente, da noi con fierezza nascono i fior“. Una citazione di Dè Andre che è decisamente la più bella – e signorile – delle rivincite.

PAPA FRANCESCO DIFENDE I GAY: “NON SIANO CONDANNATI”