Obbligo vaccinale over 50, Crisanti tuona: “Non serve a niente” (VIDEO)

Il direttore di Microbiologia dell'Università di Padova decisamente contrario all'obbligo vaccinale over 50

obbligo vaccinale over 50 crisanti

Sul tema dell’obbligo vaccinale over 50 ma non solo Crisanti è intervenuto ai microfoni di ‘Non è l’Arena’. A suo avviso, imporre il siero ai soggetti più a rischio è, in questo momento, senza senso. “Se lo scopo è frenare l’andamento del contagio in questa ondata – ha spiegato – dico che non servirebbe a niente. Il picco lo avremo la prossima settimana, mentre impiegheremo dei mesi per vaccinare tutti gli ultracinquantenni. Dire che si tratta di una misura per combattere questa ondata è un’ipocrisia e sinceramente mi infastidisce“.

OBBLIGO VACCINALE OVER 50 E BOLLETTINO QUOTIDIANO

Il microbiologo si sofferma poi sulla proposta avanzata nei giorni scorsi da Matteo Bassetti. Secondo quest’ultimo, l’aggiornamento giornaliero dei numeri della pandemia sarebbe obsoleto e fonte di paure per i cittadini. Per questo, il suo parere è di limitarne la diffusione, portandola a cadenza settimanale. Anche queste parole non trovano però il consenso di Crisanti. Il quale ne spiega le ragioni attraverso un paragone ‘automobilistico’:

Quando si va in autostrada, è l’indicatore di velocità a dirci se andiamo troppo forte e se siamo in pericolo. Lo stesso vale per la pandemia. L’indicatore del suo cruscotto è il numero dei casi, da cui deriva l’incidenza e l’Rt. Tali dati sono un effetto collaterale della diffusione del Covid. La proposta di Bassetti quindi è quella di un analfabeta di epidemiologia“.

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE DELL’INTERVENTO

LEGGI ANCHE LA RIVELAZIONE DI CRISANTI SUI NO VAX

CAMBIA GDPR