Delitto di Ferragosto, l’avvocato Spataro ottiene i domiciliari per Ben Algia

Delitto di Ferragosto
L'avvocato Maria Nellina Spataro

Dopo circa un anno e mezzo “dall’omicidio di Ferragosto” (avvenuto in un quartiere popolare di Ostia nella tarda serata del 14 agosto 2020) l’avvocato Maria Nellina Spataro dello Studio Legale GPR Legal è riuscita ad ottenere la sostituzione della misura di massimo rigore con quella degli arresti domiciliari in favore del suo assistito.

Il Delitto di Ferragosto

Era dall’Agosto del 2020 che l’imputato Ben Algia, accusato di parricidio, era stato tradotto nel carcere di Rebibbia per il “delitto di ferragosto”. “Non è stato facile ottenere tale concessione. La richiesta è stata reiterata più volte, e solo nella serata di ieri il mio assistito è stato finalmente tradotto presso la sua abitazione. Quando si tratta del reato di omicidio è davvero difficile spezzare gli argini del pregiudizio. Devo però dire che la III Sez. dell’ Ecc.ma Corte di Assise di Roma è riuscita, in scienza e coscienza, a dare in questa fase del procedimento penale una valutazione aderente alle garanzie previste dalla Costituzione in tema di misure cautelari”. commenta l’avvocato.

A quando la data dell’udienza per il “delitto di Ferragosto”? “Ad oggi non ci resta che aspettare l’udienza del 24 marzo che verrà celebrata nell’aula Bunker di Rebibbia. Data importantissima che segnerà, almeno in primo grado, il destino giudiziario del mio assistito. Attendiamo dunque la requisitoria del P.M. e la richiesta pena che riterrà opportuno avanzare, precisando che, rispetto al capo di imputazione, il Ben Algia potrebbe rischiare il fine pena mai.”

Conclude l’Avvocato Spataro: “quella di ieri è sicuramente una circostanza importante, ma l’esito della Corte di Assise non è scontata. Con la mia Collega di studio, l’avv. Daniela Tiani, stiamo valutando ed individuando tutte le argomentazioni di diritto idonee ad ottenere un verdetto più favorevole possibile per il Ben Algia”

NELLA NOTTE BLITZ DELL’ANTIMAFIA