Abolizione Green Pass – Il Sottosegretario Costa apre all’ipotesi

Abolizione Green Pass - Dal vice delegato alla Salute una conferma sul vaglio da parte del Governo

abolizione green pass

Abolizione Green Pass, forse ci siamo. La data limite – questa l’idea dell’esecutivo – potrebbe essere fissata per il 31 marzo, in coincidenza con la fine dell’emergenza sanitaria. A confermarlo Andrea Costa, Sottosegretario alla Salute: “Ci stiamo ragionando – spiega – Da parecchi giorni ormai abbiamo dei buoni dati, che evidenziano quanto la pressione sugli ospedali si sia allentata. Ciò, insieme al numero ridotto di contagi, è l’aspetto più positivo. Per cui è chiaro che procederemo verso quella direzione“. Il ritorno alla normalità è dunque alle porte: “Finita l’emergenza – prosegue Costa – inizierà sicuramente una fase nuova, che sarà messa in evidenza da un allentamento delle restrizioni“.

ABOLIZIONE GREEN PASS, OBBLIGO VACCINALE E MASCHERINE

Di esso non godranno però gli over 50, per i quali permarrà l’obbligo vaccinale: “La regola resterà in vigore fino al 15 giugno. – dichiara il sottosegretario – Nelle prossime settimane valuteremo i dati e poi, a obbligo scaduto, valuteremo. Non escludo che la misura venga prorogata, visto il numero di italiani ultracinquantenni ancora non vaccinati. Conto comunque in un’ulteriore diminuzione del dato a breve“.

Infine capitolo mascherine al chiuso. “Stiamo riflettendo sul toglierle – annuncia Costa – Un primo segnale è arrivato dall’eliminazione all’aperto. Nelle prossime settimane però valuteremo la questione, distinguendo i luoghi più affollati da quelli meno. Comunque affronteremo tutto con gradualità“.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK