Rave No Vax a Roma – Botta e risposta tra Prefettura e organizzatori

Rave No Vax a Roma in arrivo nei prossimi giorni. Della manifestazione, organizzata dal leader degli anti vaccino Nicola Franzoni, da settimane si sente un gran parlare soprattutto sui social. L’appuntamento è stato fissato ai Pratoni del Vivaro, a metà strada tra i comuni di Velletri e Rocca di Papa, per i giorni dal 10 al 13 febbraio. Il clou, che chiuderà il sipario, avrà però luogo il 14, con una ‘marcia su Roma’ allo scopo di effettuare una ‘resa dei conti’. Almeno questo è quanto spiegano i promotori, senza tuttavia fornire ulteriori particolari.

RAVE NO VAX A ROMA, INTERVENGONO LE AUTORITA’

Sull’evento intanto è già intervenuta la Prefettura capitolina, che ha provveduto a vietarne lo svolgimento. C’è infatti parecchia preoccupazione per le possibili ricadute, non solo sull’ordine pubblico ma anche sui contagi da Covid. Inoltre è ancora vivo il ricordo del party nel Viterbese in cui un ragazzo perse la vita per annegamento. La decisione sullo stop, che riguarderà anche le aree nei pressi di quella scelta, sarebbe già stata presa e attende solo di essere messa nero su bianco. Cosa che avverrà nel giro di qualche ora.

RAVE NO VAX A ROMA, GLI ORGANIZZATORI TENGONO DURO

Ma Franzoni, dal canto suo, non ci pensa proprio ad obbedire alla direttiva. Anzi, anche ieri, attraverso il proprio canale Telegram, ha continuato incessantemente a propagandare il rave. Tra i post inseriti, anche numerose foto di persone già pronte ad invadere i Pratoni. Lo scontro continua quindi, vedremo alla fine chi l’avrà vinta.

E IL GOVERNO PENSA ALLA PROROGA DEL GREEN PASS

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE