Ecstasy Moet Chandon, ritirato lotto del noto champagne

Ecstasy Moet Chandon, 12 vittime. Gli elementi da tenere d'occhio per evitare rischi

ecstasy moet chandon

Ecstasy Moet Chandon, un connubio che si sta rivelando fatale per la storica azienda vinicola francese. Tracce di Mdma – nome scientifico dello stupefacente – sarebbero state infatti rinvenute in alcune bottiglie di ‘Imperial Ice’. Per la precisione, quelle appartenenti al lotto numero LAJ7QAB6780004, che è stato immediatamente tolto dal commercio. A darne notizia la RASFF, il ‘sistema d’allarme’ relativo ad alimenti e mangimi. Secondo cui ci sarebbero già 12 vittime: per la precisione, una persona morta e altre 11 intossicate, sparsi tra Olanda e Germania.

ECSTASY MOET CHANDON, COME DIFENDERSI

E proprio in questi due paesi, oltre che in Francia e in Belgio, la polizia starebbe già lavorando per fare chiarezza. Stando alle prime informazioni, le bottiglie ‘incriminate’ non sarebbero sigillate con tappi originali. Ciò farebbe pensare che i malfattori, dopo averlo travasato altrove, potrebbero aver sostituito il contenuto con l’ecstasy. Una manipolazione che si può facilmente riconoscere dall’assenza di bollicine dal colore rossastro scuro e dall’odore di frutta.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK