80enne morto con un patrimonio in tasca: giallo all’Olgiata

80enne morto con un patrimonio in tasca. Polizia al lavoro per far luce sulla vicenda

80enne morto
Ultimo aggiornamento:

80enne morto. Il decesso è avvenuto al Policlinico Gemelli, forse a causa di un infarto. Il fatto di per sè non farebbe notizia, se non fosse per un particolare: il contenuto delle tasche dell’uomo. Una vera e propria fortuna, a quanto riporta Il Messaggero: centinaia di migliaia di euro tra contanti e assegni circolari, oltre alle chiavi di tre auto di grosso calibro, tra cui una Ferrari. Un rinvenimento che ha insospettito i medici, i quali hanno immediatamente avvisato la Polizia. Al momento i beni si trovano in custodia, chiusi in cassaforte, presso il Commissariato di Monte Mario.

80ENNE MORTO, LE CIRCOSTANZE

A determinare il decesso dell’uomo un malore, che lo ha colto mentre si trovava a casa, in zona Olgiata. Immediato è stato l’intervento sul posto di un’ambulanza e la corsa verso l’ospedale. Tutto inutile: il cuore dell’anziano si è fermato poco prima dell’arrivo a destinazione. Resta quindi il mistero su cosa l’uomo ci facesse con tutto quel ben di Dio in tasca. Che, secondo gli accertamenti, era solo una parte dei suoi possedimenti milionari. Un notaio, incaricato dalla Polizia, si sta quindi ora occupando di cercare i familiari dell’anziano a cui affidare il mini tesoretto.