“Condizionatore acceso o pace?”: la risposta degli italiani al dilemma di Draghi (VIDEO)

Condizionatore acceso o pace: dopo le parole del premier in conferenza stampa, l'Istituto Ipsos lancia il sondaggio

condizionatore acceso o pace draghi
Ultimo aggiornamento:

Condizionatore acceso o pace? Questo è il problema. Mario Draghi, novello Amleto, mette l’Italia e i suoi cittadini di fronte ad un bivio: cosa paghereste pur di far cessare definitivamente le armi in Ucraina? D’altronde, nulla in questo mondo è gratis e non si può avere, come si dice, la botte (anzi, la bombola) piena e la moglie ubriaca. A dare una risposta all’interrogativo ci ha pensato, in queste ore, l’Ipsos, per conto dell’ISPI, l’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale. E l’esito è stato sorprendente: quasi il 90% degli italiani infatti si è detto disposto a consumare meno energia, sia in prima persona che coinvolgendo la propria famiglia.

CONDIZIONATORE ACCESO O PACE? IL SONDAGGIO

Il dato è “molto elevato“, sottolinea l’Ipsos. Che ne spiega così le ragioni: “Le bollette di luce e gas sono più che raddoppiate rispetto allo scorso anno. Quindi è probabile che alcuni degli intervistati stiano già oggi attuando strategie di riduzione dei consumi“. Parere favorevole quindi, anche per quanto riguarda il nucleare: più di un italiano su due darebbe infatti il via libera ad investire nelle centrali. Una percentuale, fa notare l’Istituto, quasi raddoppiata rispetto al 33% rilevato lo scorso gennaio. E alto gradimento fanno registrare anche le centrali a carbone, preferite dal 59% del campione.

CLICCA QUI PER ASCOLTARE L’INTERVENTO DI DRAGHI