Quarta dose vaccino, via libera del Ministero della Salute

Quarta dose vaccino in arrivo. Tutti i dettagli su chi dovrà farla e come verrà somministrata

quarta dose
Ultimo aggiornamento:

L’Italia si prepara ad inoculare la quarta dose. A confermarlo il Ministero della Salute, in una nota congiunta con Aifa, Istituto Superiore di Sanità e Consiglio Superiore di Sanità. L’ok segue quello decretato, a livello europeo, da Ema e Ecdc, le quali avevano recepito l’esigenza dei governi del continente di far fronte al nuovo aumento dei contagi. L’Italia si adegua quindi e nel comunicato spiega chiaramente a quali categorie di cittadini è riservato questo ‘secondo booster’ e le modalità con cui verrà somministrato.

QUARTA DOSE, TUTTO QUELLO CHE BISOGNA SAPERE

Dovranno sottoporsi alla quarta dose “coloro che hanno compiuto o superato gli 80 anni di età, gli ospiti delle Rsa e i ‘fragili’ di età compresa tra i 60 e i 79 anni“. La somministrazione dovrà essere effettuata “con vaccino a Mrna“, a patto che siano passati almeno “120 giorni dalla prima dose di richiamo“. Chi è stato contagiato dopo aver fatto quest’ultima, sarà esentato dall’inoculazione del secondo booster. Quanto al resto della popolazione, secondo le agenzie al momento non vi sono prove di un calo della protezione dalle malattie gravi e di un’aggiunta da parte della quarta dose.