“Troppo filo Putin”: cattolici polacchi contro Papa Francesco

Cattolici polacchi contro Papa Francesco dopo le ultime dichiarazioni del Pontefice sulla guerra in Ucraina

cattolici polacchi contro papa francesco
Ultimo aggiornamento:

Cattolici polacchi contro Papa Francesco. Nel paese est-europeo, forte oppositore del regime russo, in molti non hanno mandato giù che Bergoglio abbia addossato alla Nato la responsabilità del conflitto. Tra i più critici, il commentatore Tomasz Terlikowski, che ha definito “ingenue” le osservazioni, in particolare quella secondo cui l’ira di Putin sarebbe stata facilitata “dall’abbaiare della Nato alle porte della Russia“. Terlikowski sottolinea la drammaticità del colloquio con i giornalisti del ‘Corriere della Sera’, “sia dal punto di vista intellettuale che politico“. Il commentatore non ha ravvisato nulla di buono nelle parole del Papa, giudicate, oltre che ingenue, “troppo mondane e franche“.

CATTOLICI POLACCHI CONTRO PAPA FRANCESCO: “PAROLE PUTIN FRAINTESE”

Ma a mettere i cattolici polacchi contro Papa Francesco, a suo avviso, sono soprattutto i dubbi sull’invio di armi all’Ucraina: “Non so dire se la decisione sia giusta. La cosa chiara però è che le armi vengono testate in quella Ucraina. D’altronde, le guerre si fanno per questo: provare le armi che produciamo“. Terlikowski si sofferma poi sul ricordo del Papa dell’incontro con Orban: “Manca totalmente di realismo quando prende sul serio il premier ungherese che dice che Putin il 9 maggio porrà fine alla guerra. Ha frainteso del tutto quell’affermazione, perchè il presidente russo è deciso a guadagnare il più possibile entro quella data. Anzi, le sue parole sono un segno di escalation, ed è straordinario che il Papa lo riferisca ai media italiani“.