Risse e violenze: chiusura per la storica discoteca ‘Piper’

Piper, all'origine del provvedimento numerosi episodi avvenuti all'interno del locale

piper
Ultimo aggiornamento:

Il Piper chiude i battenti. Solo provvisoriamente, ma, trattandosi di una delle discoteche più rinomate d’Italia, da oltre 60 anni vero e proprio tempio della musica leggera nostrana, la notizia fa scalpore. Tutto è cominciato questa mattina, quando i Carabinieri della Compagnia Parioli si sono presentati nella sede del locale notturno, in via Tagliamento. Da loro il titolare ha ricevuto direttamente nelle sue mani il provvedimento, valido fino al prossimo 22 maggio.

PIPER, I MOTIVI DELLA CHIUSURA

A mettere al lavoro i militari diversi episodi, registrati negli ultimi tempi: ben cinque, tra risse e aggressioni. L’ultimo in ordine di tempo si è verificato lo scorso 30 aprile e ha visto come vittima un ragazzo di appena 15 anni, picchiato da uno dei buttafuori. Sono così partiti gli accertamenti di rito, al termine dei quali è stato disposto che l’attività fosse temporaneamente sospesa. A confermare il tutto i sigilli, ben visibili sulla portone rosso di ingresso al Piper.