Seguici sui Social

I Municipio

Trasloco di un monolocale: costo medio e indicazioni

Pubblicato

il

Trasloco di un monolocale: costo medio e indicazioni

Trasloco di un monolocale: costo medio e indicazioni

 

Il trasloco è un’operazione impegnativa che può essere anche molto costosa. In realtà, è difficile stabilire a priori i costi del trasloco perché questi dipendono da diversi fattori come la quantità e la tipologia di mobili e oggetti da trasportare, la necessità di eseguire anche le operazioni di imballaggio, smontaggio e montaggio, la distanza tra le destinazioni e l’accessibilità al luogo dove vengono eseguite le operazioni di carico e scarico.

Ecco perché è importante richiedere un preventivo prima di effettuare il trasloco. Ovviamente, se si tratta di trasportare mobili, oggetti, elettrodomestici e suppellettili di un monolocale, i costi saranno quasi sempre inferiori rispetto a un trasloco di una casa di dimensioni maggiori dove ci saranno magari un maggior numero di oggetti e mobili più ingombranti.

Piccoli traslochi a Roma, a chi rivolgersi

Se si ha l’esigenza di effettuare un trasloco nella zona della Capitale, ma si ha bisogno di trasferire mobili e oggetti da un monolocale o da una camera, una soluzione frequente, ad esempio, se si tratta di studenti fuori sede di professionisti che si trovano nella capitale per lavoro, bisognerà affidarsi a un traslocatore a Roma che potrà consigliare un servizio adatto per il trasporto di pochi oggetti e di mobilio di piccola dimensione.

I piccoli traslochi, poiché sono più semplici da gestire, prevedono dei tempi di intervento molto rapidi tanto che le migliori aziende riescono a gestirli nella stessa giornata o comunque entro 24 ore.

Inoltre, insieme al servizio di piccoli traslochi, è possibile richiedere la custodia mobili e suppellettili scegliendo un box presidiato h24 che può essere noleggiato anche a breve termine.

Servizi di trasloco per monolocale, come fare per risparmiare

Il trasloco di un monolocale o di una stanza singola ha dei prezzi generalmente inferiori rispetto al servizio di trasloco per un’intera abitazione, ma è possibile contenere ulteriormente i costi.

Ad esempio, è possibile richiedere all’azienda solo il servizio di trasporto dei mobili, e quindi la gestione delle operazioni di carico, trasporto e scarico di mobili e oggetti, senza usufruire delle operazioni di smontaggio e rimontaggio che, in questo caso, devono essere svolte in autonomia, così come quelle di imballaggio.

Se si è uno studente fuori sede o un lavoratore che si trova a Roma, è possibile richiedere all’azienda di trasloco un servizio mirato e appositamente costruito in base a queste specifiche esigenze.

Quanto costa traslocare un monolocale

Il costo di un trasloco tende a essere più elevato quando si ha a che fare con elementi molto voluminosi, come mobili di grande dimensione, letti, armadi, librerie e cucine, solo per fare qualche esempio.

Tuttavia, è difficile stimare a priori i costi del servizio di trasloco, ecco perché è sempre necessario richiedere un preventivo personalizzato in base alle proprie esigenze, ma come anticipato, il costo di un trasloco di un monolocale è solitamente molto accessibile.

Ad esempio, il trasloco di un letto parte da 120 euro per la struttura singola, fino ad arrivare a circa 150 euro per quello matrimoniale, mentre il trasporto di divani e librerie si aggira sui 110/120 euro. A questi, poi, bisognerà aggiungere il costo per il trasferimento di 10 scatole, calcolando un peso di circa 25 kg ognuna, per un totale di 70 euro. Ovviamente, questo è solo un esempio dei costi per il trasloco di un monolocale.

Tute le notizie della Capitale

Seguici anche su FB!

Pubblicità facebook

Centro Storico

Domenica Ecologica a Roma, stop auto 24 marzo 2024: orari e dove

Pubblicato

il

Domenica Ecologica a Roma, stop auto 24 marzo 2024: orari e dove

Domani, 24 marzo, a Roma si terrà la quinta e ultima domenica ecologica, durante la quale sarà bloccata la circolazione delle auto. Il sindaco Roberto Gualtieri ha emesso un’ordinanza che prevede il divieto di circolazione dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30 nella nuova Zona a Traffico Limitato (Ztl) fascia verde.

Sono esentati dal divieto di circolazione i veicoli che utilizzano metano, Gpl, trazione ibrida o elettrica, veicoli bi-fuel (con doppio sistema di alimentazione benzina-Gpl o benzina-metano), anche se trasformati con impianto a Gpl o metano e omologati in classe Euro 3 e successive, veicoli Euro 6 a benzina, ciclomotori Euro 2 e successivi e motocicli a 4 tempi Euro 3 e successivi.

Fonte

Continua a leggere

I Municipio

Piazzale Labicano, automobilisti in ostaggio dei lavavetri

Pubblicato

il

Piazzale Labicano, automobilisti in ostaggio dei lavavetri

Perché nessuno fa nulla per allontanare il gruppo di lavavetri che ormai si è impadronito di Piazzale Labicano?

Questa è una domanda che si saranno fatti in tantissimi, ma a cui il Comune di Roma, sotto la giunta di Roberto Gualtieri, ancora non riesce a dare nessuna risposta. Dopo le violenze sessuali del Pigneto, la tendopoli abusiva di viale Pretoriano, oggi vi parleremo dei lavavetri che hanno conquistato piazzale Labicano, subito dietro Porta Maggiore, dove tra l’altro c’è spesso un mercatino di merce di dubbia provenienza, che comunque sia – con arroganza e insistenza esagerata – obbligano soprattutto le donne, gli anziani e le persone benestanti a sborsare delle mance non volute per un lavaggio del parabrezza che nessuno ha richiesto.

Il gruppo, come si vede nella foto del nostro fotografo, è composto da sette-otto persone di nazionalità rumena e più volte (i cosiddetti zingari), notati dal nostro giornalista, con insistenza “assaltano” le macchine per raccimolare qualche soldo. Per carità, dispiace che debbano fare questo per guadagnarsi da vivere, però è anche vero che a tutto c’è un limite e il gruppo – abbastanza nutrito e arrogante – crea non pochi disagi a chi spesso frequenta o percorre la strada che unisce la Casilina con la Prenestina.

Speriamo che il sindaco Gualtieri o i vigili di competenza leggano questo articolo, ascoltando le nostre proteste, che di fatto rappresentano il 99% degli automobilisti e dei cittadini che aspettano i mezzi pubblici sulla banchina adiacente il piazzale, risolvendo la situazione di degrado sotto gli occhi di migliaia di persone.

Riproduzione riservata

Continua a leggere

Cronaca

Incidente a Ponte Milvio: 500 si schianta contro il guardarail. Erano in 7 in macchina

Pubblicato

il

Incidente al Flaminio: 500 si schianta contro il guardarail a 90 all’ora, sette gravi

La Fiat 500L è stata coinvolta in un grave incidente notturno in Largo Maresciallo Diaz, zona Ponte Milvio nel I Municipio di Roma, con sette persone a bordo. Dopo aver colpito una cabina del semaforo, l’auto è finita contro un guardrail, causando danni gravi alla carrozzeria e lasciando gli occupanti intrappolati.

Le vittime, un uomo e sei donne di diverse nazionalità e età, sono state estratte dall’auto in condizioni critiche dai vigili del fuoco e trasportate in vari ospedali della Capitale. Nonostante le gravi ferite, nessuno è risultato in pericolo di vita. La polizia locale sta indagando sull’incidente, evidenziando che l’auto viaggiava a una velocità superiore ai limiti consentiti, come confermato dal contachilometri che segnava 90 km/h al momento dell’impatto. Il conducente è stato sottoposto a esami tossicologici per accertare eventuali influenze di alcol o droghe durante la guida.

Fonte

Continua a leggere

Centro Storico

Paura a Trastevere. Crolla un muro alto 6 metri

Pubblicato

il

Paura a Trastevere. Crolla un muro alto 6 metri

Paura a Trastevere per il crollo di un muro di tufo alto 6 metri in Via di San Francesco di Sales n. 20,

Sul posto sono interventi i vigili del fuoco di Ostiense e il funzionario di Guardia.

Il crollo del muro di tufo lungo 25 mt e alto 6 mt per fortuna nom ha causato feriti, ma solo qualche macchina danneggiata. Sul posto le forze dell’ordine. La strada è stata interdetta.

Continua a leggere

Centro Storico

Più sicurezza a Roma, in arrivo 2500 telecamere per il Giubileo

Pubblicato

il

Aumentano le telecamere di sicurezza a Roma: ora ce ne sono 2500 per il Giubileo.

Il comandante della Polizia Locale di Roma Capitale, Mario De Sclavis, ha confermato nelle scorse ore il piano annunciato dal sindaco Gualtieri in estate: l’installazione di mille nuove telecamere di sicurezza in città in vista del Giubileo e la realizzazione di una nuova sala operativa. Durante una riunione della Commissione capitolina Giubileo, il comandante ha spiegato che le nuove telecamere andranno a confluire nella Sala Sistema Roma insieme a quelle già esistenti, per garantire un maggiore controllo del territorio durante l’anno santo.

Il progetto prevede la creazione di un unico polo operativo chiamato “Smart Police Support” (SPS) destinato alla gestione della sicurezza pubblica, delle emergenze e dei grandi eventi come il Giubileo del 2025. Questo includerà l’installazione di nuove telecamere, la realizzazione di una nuova sala operativa e di un centro di Cyber Security Operation Center (C-SOC o SOC) per proteggere la rete di videosorveglianza da potenziali attacchi informatici.

Attualmente, a Roma ci sono solo 2.500 telecamere, un numero ritenuto insufficiente rispetto alle necessità della città. Le nuove telecamere saranno dotate di intelligenza artificiale e saranno protette da Firewall per semplificare le operazioni di gestione della sicurezza. Il progetto prevede una maggiore collaborazione con le altre forze dell’ordine e con la Protezione Civile per garantire un controllo efficace del territorio durante il Giubileo e altri eventi importanti.

Fonte

Continua a leggere

I Municipio

Porta Maggiore come viale Pretoriano. In balia degli immigrati e romani dimenticati

Pubblicato

il

Porta Maggiore: mercato non autorizzato e merce sospetta a Roma, residenti indignati

Porta Maggiore: la problematica del mercato abusivo e la delusione dei residenti

A Porta Maggiore, si sviluppa quotidianamente un mercato abusivo gestito da malviventi che offrono una vasta gamma di prodotti come caricabatterie, orologi, cellulari, occhiali, borse e altro ancora. La situazione di illegalità è ben nota ai residenti del quartiere, tra cui Carmen, che hanno assistito all’attività illecita dei venditori. Nonostante le segnalazioni alle autorità competenti, i malviventi continuano a operare spostando temporaneamente la loro attività in zone limitrofe e tornando poco dopo.

La zona di Porta Maggiore viene paragonata a un viale Pretoriano, dominato da un senso di abbandono e trascuratezza. A Roma, anche all’Esquilino, si verifica una situazione analoga con un mercatino abusivo che invade i marciapiedi e crea disagi per i residenti costretti a chiedere il permesso per accedere alle proprie abitazioni. Nonostante la consapevolezza della natura illecita di queste attività, vi sono ancora persone che continuano ad approfittarne. La frustrazione dei residenti per il mancato intervento delle autorità e la proposta di confiscare la merce e punire con rigore i venditori emergono come esigenze prioritarie.

L’assenza di misure efficaci per contrastare l’illegalità e la presenza di un mercato sovraffollato accentuano la percezione di insicurezza da parte della popolazione residente, la quale si chiede il motivo per cui non siano adottate azioni più incisive per porre fine all’attività illegale. La proposta di effettuare controlli mirati per colpire i venditori sul fatto emerge come una possibile soluzione. La vista di attività illegali in prossimità di importanti siti archeologici crea sconcerto e delusione tra gli abitanti del quartiere, che si sentono abbandonati dalle istituzioni.

(Fonte: Il Messaggero)

Continua a leggere

Cronaca

Viale Pretoriano, eliminare pista ciclabile e area parcheggio è un atto di civiltà

Pubblicato

il

Viale Pretoriano, eliminare pista ciclabile e area parcheggio è un atto di civiltà

Avete mai fatto Viale Pretoriano per andare a lavoro? Beh se la risposta è sì, dite la verità, quante volte avete maledetto quella pista ciclabile non utilizzata da nessuno, che ha ridotto la careggiata dell’incrocio con via dei Ramni e via Marsala, creando sempre problemi alla viabilità e tensioni fra automobilisti?

Ecco, se è troppo coraggioso eliminarla del tutto, perché tanto è inutile come gran parte delle ciclabili create a Roma sotto la giunta Raggi, che almeno facessero dei sopralluoghi per constatare che l’area parcheggio (come dimostra la foto scattata dal nostro inviato) a protezione delle pista ciclabile a ridosso della famosissima tendopoli –  che non si riesce mai a sgomberare – crea problemi alla circolazione. 

Riusciranno i nostri politici a capire l’errore, oppure ci porteremo questo fardello per i prossimi cinquant’anni?

riproduzione riservata

Continua a leggere

I Municipio

Quali strade verranno rifatte per il Giubileo 2025? L’elenco completo di tutte le arterie previste dai lavori

Pubblicato

il

Quali strade verranno rifatte per il Giubileo 2025? L’elenco completo di tutte le arterie previste dai lavori

Giubileo 2025 le strade che verranno rifatte – Il prossimo Giubileo 2025 rappresenta un’opportunità straordinaria per la città di Roma poiché consentirà di realizzare interventi attesi da anni, che altrimenti non sarebbero stati possibili senza le risorse eccezionali legate a questo grande evento.

Lo ha sottolineato Dario Nanni, consigliere comunale e Presidente della Commissione Capitolina Speciale Giubileo 2025, durante il suo intervento a Radio Radio nella trasmissione “Un giorno speciale” condotta da Francesco Vergovich.

Quali strade verranno rifatte per il Giubileo 2025?

Numerose arterie principali della città saranno oggetto di importanti interventi di manutenzione straordinaria, sia le grandi direttrici che partono da Roma, come la Prenestina, la Portuense, la Tuscolana, la Laurentina, la Collatina e l’Ardeatina, sia strade di grande viabilità come Via Boccea, Via della Pisana, Via Ostiense, Via di Grotta Perfetta, Via Cristoforo Colombo, la Tangenziale Est e Via Pratica di Mare.

Un totale di quarantotto strade su cui sarebbe stato impossibile intervenire senza i fondi straordinari del Giubileo. Queste arterie verranno completamente ripavimentate, con una durata stimata di oltre quindici anni, grazie ai lavori che verranno eseguiti di notte per ridurre al minimo i disagi per i cittadini romani e che saranno completati entro marzo 2025.

Nanni ha sottolineato che la Commissione Giubileo continuerà a monitorare attentamente l’andamento dei lavori e a verificare tempistiche e modalità di questi importanti interventi, i quali contribuiranno significativamente a migliorare la viabilità e la sicurezza della città. fonte 

Continua a leggere

Centro Storico

Roma, Neonata Dopo Parto Muore al Santo Spirito. Madre Interrogata dai Procuratori

Pubblicato

il

Neonata Dopo Parto Decede: Madre Interrogata dai Procuratori

La madre della neonata morta poco dopo essere venuta al mondo il 15 febbraio scorso all’ospedale Santo Spirito di Roma, è stata ascoltata oggi in Procura. Quest’intervento segue la denuncia dei genitori e l’apertura di un fascicolo di indagine condotto dai pubblici ministeri capitolini, volto a scoprire le responsabilità degli ignoti coinvolti. Ulteriori importanti passi sono stati fatti nei giorni precedenti, quando i capi dell’inchiesta hanno ascoltato anche il padre della piccola e hanno disposto il sequestro della cartella clinica, della placenta e del cordone ombelicale. In futuro, potrebbe essere intrapreso anche l’esame autoptico.

In base a quanto esposto nella denuncia presentata dai genitori, durante la gravidanza non era emersa alcuna problematica nei controlli effettuati. Tuttavia, le circostanze sono rapidamente precipitate una volta che la madre è stata ricoverata in ospedale a seguito della rottura delle acque. Con il passare del tempo, si è avvertito un peggioramento della situazione caratterizzato da forti contrazioni e copiose perdite di sangue. Divenuta sempre più preoccupata, la donna ha cominciato a rendersi conto della gravità della situazione ed ha inviato messaggi allarmati al marito. Questi ultimi sono stati poi analizzati dai pubblici ministeri capitolini.

Quando la piccola Valentina, così come i genitori avevano deciso di chiamarla, è nata attraverso un parto cesareo, era purtroppo già troppo tardi. La neonata è infatti morta dopo pochi minuti. Nel corso di un’audizione lunga tutta la mattinata, la giovane madre ha confermato i fatti accaduti. Al termine della testimonianza, la donna era visibilmente scossa.

Ora i genitori, assisiti dagli avvocati Stefania Rondini e Andrea Calderoni, cercano chiarezza. “Ciò che desta perplessità è il fatto che si trattava di una gravidanza senza problemi – spiega Rondini – La mamma è una giovanissima ragazza, con tante aspettative, aveva completamente allestito casa per la nascita della figlia, e invece all’improvviso, senza alcuna avvisaglia, è avvenuto l’irreparabile. Combatteremo fino alla fine per l’accertamento dei fatti e delle eventuali responsabilità”, prosegue l’avvocato Stefania Rondini. “Questa tragica vicenda ha lasciato anche me, come donna, molto turbata”.

Fonte

Continua a leggere

I Municipio

Termini è un problema. Turista salvata dalla Polizia Locale. La città è in ostaggio

Pubblicato

il

Termini è un problema. Turista salvata dalla Polizia Locale. La città è in ostaggio

Ieri pomeriggio, le pattuglie della Polizia Locale hanno arrestato un uomo di 35 anni italiano e senza fissa dimora, nei pressi della stazione Termini, colpevole di aver aggredito una turista straniera.

Gli agenti dell’Unità SPE (Sicurezza Pubblica Emergenziale) e del GSSU (Gruppo Sicurezza Sociale Urbana) sono intervenuti intorno alle 17:00 di fronte all’ingresso della stazione per soccorrere una donna di circa 40 anni. La vittima stava subendo un’aggressione da parte dell’uomo, il quale stava cercando di strapparle il cellulare dalle mani. L’aggressore credeva che il telefono contenesse delle immagini compromettenti.

Nonostante i suoi tentativi di resistere e colpire gli agenti per sfuggire al controllo, l’uomo è stato bloccato e arrestato.

Questo intervento è stato preceduto, poche ore prima, da un inseguimento da parte di una pattuglia dell’Unità SPE di un uomo di 39 anni di origine marocchina, avvenuto in zona Tiburtina. L’uomo era stato segnalato dal personale di un supermercato della zona per aver rubato generi alimentari senza pagarli. Dopo essere stato fermato, è stato condotto presso il Reparto di Attività Forensi del Corpo per le procedure di identificazione, poiché era privo di documenti personali. Il 39enne dovrà ora rispondere all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto. Fonte Ufficio stampa

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA