Albano, tenta di dare fuoco al fratello ma si ustiona: 51enne nei guai

Albano, l'incredibile epilogo di una furiosa lite in famiglia

albano ustionato dopo lite

Tragedia sfiorata lunedì sera ad Albano, in provincia di Roma. Colpa di due fratelli, protagonisti di un alterco culminato con uno che ha tentato di dare fuoco all’altro. Non si tratterebbe del primo episodio che li riguarda: da tempo infatti tra loro, a causa di questioni familiari non risolte, non correva buon sangue. Le urla e le minacce che continuamente si scambiavano costituivano ormai un sottofondo abituale per i residenti nella palazzina dove i due vivono. Questa volta però il maggiore aveva deciso di regolare definitivamente i conti. Ma le cose non sono andate come aveva previsto e ad avere la peggio è stato proprio lui.

ALBANO, LA DINAMICA DEI FATTI E LE CONSEGUENZE PER L’AGGRESSORE

Teatro dei fatti uno stabile in via Trilussa, ad Albano. A dare l’allarme i sanitari del 118, intervenuti per soccorrere il 51enne, che si era procurato ustioni su braccia e gambe. Una circostanza che si sarebbe verificata mentre stava litigando con il fratello, di 50 anni. Secondo le ricostruzioni, avrebbe infatti provato a dargli fuoco gettandogli addosso del liquido infiammabile. Sfortunatamente, però, sarebbe stato investito dal ritorno della fiamma, che lo avrebbe costretto a ricorrere alle cure mediche. La prognosi dice che guarirà in 7 giorni, ma nel frattempo è stato denunciato e gli è stato fatto divieto di avvicinarsi al consanguineo.