Corruzione sulle manutenzioni: 10 indagati in Campidoglio

Corruzione sulle manutenzioni. Un'inchiesta dei magistrati romani fa tremare l'Amministrazione comunale capitolina

corruzione sulle manutenzioni campidoglio

Scandalo corruzione sulle manutenzioni ai vertici del Comune di Roma. Secondo quanto riporta Il Messaggero, sarebbero state versate mazzette in cambio di appalti o di un occhio chiuso su irregolarità negli interventi. A finire nell’occhio del ciclone il dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione urbana: ci sarebbero infatti dirigenti e funzionari, oltre ad imprenditore, tra le 10 persone sotto la lente degli inquirenti. Un numero ancora parziale: non si esclude infatti che l’indagine possa coinvolgere altri soggetti. La svolta è arrivata nei giorni scorsi, quando il pm Carlo Villani ha disposto la perquisizione degli uffici del Comune e dello stesso Simu.

CORRUZIONE SULLE MANUTENZIONI, GLI ELEMENTI SOTTO LA LENTE

Effettuate dagli uomini della Squadra Mobile, tali attività hanno riguardato anche alcuni municipi e le società destinatarie degli appalti. Tra questi ultimi, uno, del valore di circa 2 milioni di euro, era relativo alla manutenzione degli impianti negli uffici e nelle case popolari di proprietà del Comune. Due gare, messe a bando tra il 2020 e il 2021, una dalla Consip e l’altra dallo stesso Campidoglio. Ma nel mirino sono finiti anche gli interventi: gli investigatori stanno infatti vagliando le carte che li riguardano, alla ricerca di eventuali anomalie. Si teme che il sistema sia stato ‘oliato’ con regali e versamenti in denaro, per permettere di svolgere le manutenzioni in libertà.