🟥 ULTIME NEWS

🟥 ULTIME NEWS

Offerta congrua, Durigon fa chiarezza sulle modifiche al Reddito di Cittadinanza

Offerta congrua di lavoro ai percettori di Reddito di Cittadinanza. I quali si ritroveranno con sempre meno possibilità di rifiutarla. Il tema, piuttosto controverso, ha acceso molto negli ultimi giorni il dibattito tra le forze politiche. Nel mirino degli oppositori è finita soprattutto la prospettiva secondo cui una persona con un titolo di studio debba ‘abbassarsi’, pur di non perdere il sussidio, ad accettare un lavoro umile. Che si trova lontano dal suo luogo di residenza, con tutto ciò che ne consegue sotto il profilo economico. Per rispondere a queste osservazioni, ai microfoni di Radio 24 è intervenuto Claudio Durigon.

OFFERTA CONGRUA: “NO SCHIZZINOSI CON I SOLDI PUBBLICI”

Ciò che abbiamo in mente – ha detto il leghista – è che ciascuno, anche laureato, se gli viene offerto un posto di cameriere, casomai vicino casa, è giusto che lo accetti“. Il principio, ha spiegato il vice ministro, farà parte del ‘Decreto Reddito‘ che il Governo punta ad approvare entro la seconda metà di gennaio. E che, ha aggiunto, conterrà anche tanti altri temi sul Lavoro. “Se uno prende soldi pubblici, non può fare lo schizzinoso“, ha sentenziato. Precisando infine, riguardo al criterio della territorialità: “Resta, su questo Conte può stare tranquillo. Se una persona viene da Napoli, è naturale che non possa andare a Trieste per due giorni“.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

LEGGI ANCHE

ULTIME NOTIZIE