🟥 ULTIME NEWS

🟥 ULTIME NEWS

Polveri sottili nella Metro Roma, scatta l’allarme: “Solo una linea è sicura”

Polveri sottili nella Metro Roma. A diramare l’allarme gli esperti del Cnr. Alti livelli di particolato atmosferico sarebbero stati riscontrati nelle linee A e B. Il rimedio? Le mascherine. Secondo gli studiosi, infatti, le Ffp2 sono molto utili per proteggere i polmoni dalle particelle in aria. Nessun problema, invece, per la metro C, che è stata valutata sicura.

Secondo l’Istituto sull’inquinamento atmosferico del Cnr, alla base ci sarebbe l’abrasione di ruote, rotaie e freni. Una circostanza che favorirebbe la diffusione delle polveri, sia nelle banchine che nelle gallerie. L’attenzione sul tema era già stata lanciata nel 2017 dal Dipartimento di Biomedicina dell’università di Tor Vergata. Uno studio, pubblicato su Environmental pollution, aveva infatti riscontrato una concentrazione di Pm10 sui treni delle metro superiore a quella provocata da ciclomotori e automobili.

Correre ai ripari è difficilissimo: il traffico dei convogli non viene infatti interrotto o ridotto per far discendere il livello di polveri sottili. Solo la metro C, come detto, si salva. Ciò, spiega a Il Messaggero la ricercatrice Cinzia Perrino, grazie alle porte scorrevoli presenti in banchina, che permettono all’aria di ricircolare.

Ripulire l’aria dalle polveri è tuttavia possibile: esiste infatti un mezzo, chiamato treno “depolverizzatore”, che con il suo passaggio favorisce questo scopo. Per assicurarselo, Atac ha stanziato Ben 10 milioni di euro per quattro anni. Esso andrà ad aggiungersi ai sistemi di pulizia della metro, che, come quelli che rilevano gli agenti inquinanti, entrano in azione ciclicamente.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

LEGGI ANCHE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIME NOTIZIE