Seguici sui Social

Eventi

Ficus al massimo, Il meglio del Made in Italy davanti al Circo Massimo

Pubblicato

il

Ficus al massimo

Nel suggestivo contesto del Garum Museo e Biblioteca della Cucina, situato in Via dei Cerchi 87, di fronte al Circo Massimo, si tiene un evento straordinario che celebra il meglio del Made in Italy contemporaneo. Il 20 e 21 gennaio, dalle ore 10.30 alle 21.00, Ficus al Massimo “il Made in Italy che cerchi” apre le porte a designers, artigiani, illustratori e stilisti, creando un mercato unico nel centro storico della Capitale.

Questo eclettico market promuove prodotti di artigianato e luxury vintage in una location mozzafiato, ricca di storia e fascino. Il palazzo storico diventa il palcoscenico di un weekend all’insegna della cultura, dell’arte e dello svago, con ingresso gratuito per tutti i visitatori.

Gli spazi del museo si trasformano in una vetrina eclettica per il “fatto a mano” contemporaneo, offrendo un’ampia gamma di prodotti. Tra antichi ricettari, utensili per la preparazione del cibo e macchine d’epoca, i partecipanti possono ammirare le eccellenze del design contemporaneo.

Il weekend prevede la partecipazione di giovani talenti, inclusi designers, artigiani, stilisti, illustratori ed artisti accuratamente selezionati. Le esposizioni includono gioielli, moda sostenibile, home decor, accessori e borse di design, foulard e sciarpe realizzate in seta, lana e cashmere, illustrazioni, vinili, oggettistica da interni con legni pregiati e resina epossidica, e pezzi luxury vintage.

Tra i brand presenti, spiccano realtà come R A M A G L I E, che propone cuscini dipinti a mano con tessuti campestri, un connubio tra il selvatico e la dimensione familiare. D’APRÈS MOI offre modelli sartoriali con tessuti di Alta Moda, caratterizzati da uno stile senza tempo. Sogni Astratti trasforma acquerelli dipinti su carta in gioielli unici, mentre PaSaDe LAB presenta capi unici con tessuti naturali per donne che cercano comfort e raffinatezza.

Ficus al massimo

H501 si focalizza su illustrazioni di Roma, esplorando edifici nascosti diventati icone rivelate, mentre Fonderia, dal 2012, unisce il design alla nobile arte del dolce. OOST reinventa in modo creativo camicie da uomo dismesse e tovaglie vintage, dando vita a capi nuovi e unici.

La location unica del Museo-Biblioteca della Cucina, di fronte al maestoso Circo Massimo, aggiunge un tocco di magia all’evento. La mostra, distribuita su due piani, presenta attrezzi da cucina dal ‘500 ai giorni nostri e offre uno sguardo su secoli di evoluzione nell’arte culinaria. Salendo al piano superiore, gli visitatori possono immergersi in estratti di testi antichi, riviste d’epoca e chicche come il primo gioco di cucina per bambini del 1898 e la prima ricetta del supplì del 1832. Un’esperienza imperdibile per chi ama la tradizione, l’innovazione e la cultura culinaria italiana.

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA