Seguici sui Social

News

In arrivo lo spartitraffico su via del Foro Italico. Le ultime novità

Pubblicato

il

Roma: Riunione Comune-Anas per il spartitraffico su via Foro Italico

Oggi si è tenuta una riunione tra l’assessore ai Lavori pubblici di Roma Capitale, Ornella Segnalini, e i responsabili Anas. L’argomento principale all’ordine del giorno era la valutazione della fattibilità dell’installazione di una barriera spartitraffico lungo la via del Foro Italico. Questa notizia è stata rilasciata dal Campidoglio.

A seguito delle prime discussioni, sembrerebbe tecnicamente possibile inserire la barriera spartitraffico. C’è solo una questione in sospeso che implicherebbe lo spostamento di un lampione già esistente. Attualmente, i responsabili Anas stanno completando le ultime analisi. Una volta ricevuto il progetto, se le valutazioni definitive saranno positive, il Csimu darà tempestiva approvazione, incaricando l’Anas per l’effettiva realizzazione. Si prevede che i lavori inizieranno nel mese di aprile 2024.

Le barriere spartitraffico, che saranno posizionate tra il ponte Tor di Quinto e il punto di congiunzione con via Salaria, avranno una lunghezza di circa 1,6 km. Il costo stimato per il completamento dei lavori è di circa 2,5 milioni di euro.

Dopo l’installazione delle barriere, il limite di velocità di 50 km/h sarà comunque conservato, considerando che è un requisito fondamentale per la sicurezza degli utenti stradali.

“Siamo stati incessanti sul progetto di inserire le barriere in via del Foro Italico con il sindaco Gualtieri“, afferma Segnalini. “Progettazioni di questo tipo richiedono un lavoro accurato e devono essere eseguite in base a criteri tecnici specifici. È importante rispettare la geometria della strada considerando ciascuna variabile. Nel frattempo, abbiamo preso alcune misure, come la riduzione del limite di velocità da 70 a 50 km/h, che manterremo in ogni caso. Abbiamo inoltre aggiunto delle strisce di rallentamento e un segnale ottico all’altezza del dosso. Il nostro incontro con l’Anas è stato positivo, e una volta approvato il progetto, inizieremo i lavori di installazione delle barriere”.

Fonte

Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA