Seguici sui Social

Ultime Notizie Roma

COLLEFERRO Bocconi avvelenati, avviso alla cittadinanza

Pubblicato

il

COLLEFERRO Bocconi avvelenati, avviso alla cittadinanza

COLLEFERRO Bocconi avvelenati. L’avviso alla cittadinanza del comune in provincia di Roma.

COLLEFERRO Bocconi avvelenati. L’amministrazione del comune dei Monti Prenestini ha diramato un comunicato in cui si condannano questi atti di inciviltà e si avvisa la cittadinanza. Il Comune ha avvertito la popolazione con un comunicato: “Si avvisa la cittadinanza che sul territorio comunale è stato riscontrato il rinvenimento di bocconi/esche avvelenate in zona Via Latina. Si invita la cittadinanza a prestare la massima attenzione ed a segnalare al Servizio Veterinario eventuali esche/bocconi o materiali sospetti. Lo spargimento arbitrario dei bocconi avvelenati, ricordiamo, costituisce a tutti gli effetti un reato . Potrebbe “causare intossicazioni o lesioni o la morte del soggetto che lo ingerisce. Si ribadisce inoltre che il posizionamento di esche e di bocconi avvelenati, oltre ad essere punito penalmente dalla legge, è un atto incivile e meschino“.

INTANTO A ROMA VIOLENTATA E DERUBATA>>>LEGGI QUI


Ultime Notizie Roma

La Polizia di Fidene arresta 5 persone a Morena. Trovati quasi 1000 panetti

Pubblicato

il

La Polizia di Fidene arresta 5 persone a Morena. Trovati quasi 1000 panetti

Cronaca Roma – Brillante operazione antidroga degli agenti della Polizia di Stato del III Distretto Fidene-Serpentara, coordinati dalla Procura di Roma, che durante diversi servizi di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto 5 persone perché gravemente indiziate del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.



Nello specifico, i poliziotti del III Distretto sono giunti, a seguito di un’intensa attività investigativa, in via Publio Elio, strada sita fra Ponte Linari e Morena, presso l’abitazione di un uomo, identificato per un 28enne albanese, dove hanno rinvenuto, occultati in camera da letto, circa 979 panetti di hashish del peso complessivo di circa 72 kg, 13 sigarette elettroniche, nel cui serbatoio vi era liquido a presunto effetto stupefacente, diverso materiale per il confezionamento della droga e circa 30.000 euro in contanti.

Continua a leggere

Ultime Notizie Roma

Perché rendere la casa smart: i 5 vantaggi per convincersi ad investire

Pubblicato

il

Perché rendere la casa smart: i 5 vantaggi per convincersi ad investire

Negli ultimi anni la tecnologia ha fatto passi da gigante, introducendo innovazioni che hanno rivoluzionato il modo di vivere quotidiano. Tra queste, la smart home, o casa intelligente, rappresenta uno degli sviluppi più significativi offrendo comfort, sicurezza ed efficienza energetica a livello domestico senza precedenti.

Se ancora si è diffidenti sulla possibilità di integrare le soluzioni smart in casa propria, in questo articolo si vedranno i principali vantaggi per cui potrebbe valere la pena cambiare idea.

Scelta del fornitore di energia elettrica

Prima di addentrarsi nei benefici specifici di una casa smart, però, è bene considerare un aspetto preliminare di fondamentale importanza: la scelta del fornitore di energia elettrica più adatto alle proprie esigenze.

Recentemente, in Italia, con la fine del mercato tutelato sono avvenuti alcuni cambiamenti importanti ma, allo stesso tempo, si sono aperte anche nuove opportunità per i consumatori. Avendo a disposizione una maggiore offerta di contratti per la luce e l’energia elettrica, dunque, la prima cosa da fare è confrontare attentamente i vari piani tariffari, valutando non solo il prezzo dell’energia ma anche i servizi aggiuntivi come, per questo caso specifico, servizi compatibili con una casa intelligente.

I vantaggi della smart home

Scelto il proprio fornitore d’energia, vediamo ora nel dettaglio quali sono i cinque vantaggi del trasformare la propria casa in una smart home.

  1. Maggiore sicurezza

In termini di sicurezza, una casa smart offre sistemi di videosorveglianza attivi 24 ore su 24, gestibili tramite app dedicate che permettono di monitorare l’abitazione da qualsiasi luogo. È possibile, ad esempio, attivare la funzione di simulazione di presenza, che accende e spegne luci o dispositivi elettronici in modo casuale, disturbando eventuali intrusioni, preoccupazione della maggior parte degli italiani. Questo livello di controllo e automazione migliora significativamente la sicurezza domestica, rendendo la casa un luogo più sicuro e protetto.

  1. Risparmio in bolletta

Un altro aspetto rilevante è il risparmio. Le case smart consentono di avere un controllo diretto sulle utenze, grazie a contatori intelligenti che monitorano in tempo reale il consumo energetico. Questa tecnologia permette non solo di tenere sotto controllo i costi, ma anche di individuare eventuali sprechi e intervenire tempestivamente per ridurre le bollette. Inoltre, molti dispositivi smart offrono funzioni di programmazione e gestione remota, consentendo di ottimizzare l’uso delle risorse energetiche in base alle proprie abitudini quotidiane.

  1. Migliore efficienza energetica

In termini di efficienza energetica, le soluzioni smart comprendono una vasta gamma di dispositivi e funzioni progettate per ridurre il consumo di energia. Ad esempio, termostati intelligenti regolano automaticamente la temperatura interna in base alla presenza delle persone e alle condizioni climatiche esterne, mentre sistemi di illuminazione smart permettono di controllare l’intensità luminosa e la durata dell’accensione, massimizzando il risparmio energetico. Questi accorgimenti contribuiscono non solo a ridurre l’impatto ambientale ma anche a garantire un significativo risparmio economico nel lungo termine.

  1. Qualità della vita

L’automazione di molte attività quotidiane, come la gestione degli elettrodomestici e dei sistemi di sicurezza, riduce le incognite e le incombenze, permettendo di dedicare più tempo alle attività personali e al relax. La possibilità di monitorare e controllare la propria abitazione da remoto tramite smartphone o tablet offre un ulteriore livello di comodità, riducendo il carico mentale associato alla gestione domestica.

  1. Crescita del valore dell’immobile

Infine, investire in soluzioni smart aumenta il valore dell’immobile. L’adozione di tecnologie che migliorano l’efficienza energetica e la sicurezza contribuisce ad aumentare la classe energetica della casa, rendendola più attraente sul mercato immobiliare. Una casa dotata di dispositivi intelligenti, infatti, viene percepita come un investimento più sicuro e moderno, in grado di garantire un maggior comfort e risparmio nel tempo.



Continua a leggere

Ultime Notizie Roma

Atac, morto l’operaio caduto nella fosso al deposito di Tor vergata. Il comunicato ufficiale

Pubblicato

il

Atac, morto l’operaio caduto nella fosso al deposito di Tor vergata. Il comunicato ufficiale

Purtroppo non c’è l’ha fatta il tecnico dell’Atac caduto nella fossa della manutenzione all’interno del deposito Atac di Tor Vergata.

Come scritto poco fa, l‘operaio è caduto nella fossa della manutenzione degli autobus Atac di Roma Capitale.

Attraverso un comunicato ufficiale diramato pochissimi minuti fa, arriva il messaggio di cordoglio del sindacato Faisa Cisal Roma e Lazio. Di Lavoro non si può morire scrive il sindacato che poi esprime le più sentite condoglianze alla famiglia dell’operaio dell’Atac.

Esprimiamo il nostro triste e sentito cordoglio per la tragica morte di un operaio di Atac Spa. Continua, purtroppo inesorabilmente, la lista dei morti sul lavoro. Esprimiamo le condoglianze, a nome della Faisa Cisal, alla sua famiglia, ai suoi amici e ai suoi colleghi di Atac. Episodi come questo non dovrebbero mai avvenire.”

Il comunicato a firma del segretario regionale Lazio Faisa Cisal Gian Luca Donati e il segretario provinciale di Roma Antonio Cannone conclude affermando che “Gli organi competenti saranno chiamati a fare luce su questa tragedia. Noi, ora, non possiamo che ribadire che di lavoro non si può morire”.



Continua a leggere

Ultime Notizie Roma

Simbolotto: cos’è e come funziona?

Pubblicato

il

Simbolotto: cos’è e come funziona?

Fra i vari giochi di sorte disponibili sul nostro territorio nazionale, tra i più apprezzati vi sono i cosiddetti Giochi del Lotto, dicitura con la quale ci si riferisce al Gioco del Lotto propriamente detto, al 10eLotto e al MillionDAY.

Tutti questi giochi, anche in seguito alle possibilità offerte dalla tecnologia, hanno subito modifiche e rimaneggiamenti per renderli sempre più appassionanti e godibili.

Oltre alle modifiche, ad alcuni giochi sono state aggiunte opzioni sia a pagamento che gratuite; una di queste è il Simbolotto, un’opzione di gioco gratuita che può essere abbinata alla giocata del Lotto. Scopriamo quindi di cosa si tratta e come funziona.

Cos’è il Simbolotto?

La storia del Simbolotto è relativamente recente; questa opzione gratuita legata al Gioco del Lotto ha fatto il suo debutto nel luglio del 2019 e con il passare del tempo è sempre stata più apprezzata dagli appassionati.

Questa modalità di gioco prevede l’estrazione casuale di 5 simboli vincenti su 45 su una delle 11 ruote del Gioco del Lotto. È il sistema che assegna al giocatore la combinazione causale dei simboli i quali saranno stampati sullo scontrino di gioco. Per effettuare la giocata è necessario, in fase di compilazione della schedina del Lotto, selezionare la ruota del mese identificata dalla lettera S (che ovviamente sta per Simbolotto). A ogni mese è associata una specifica ruota.

Per quanto riguarda questo mese, per esempio, il Simbolotto nel mese di luglio, come del resto nel mese di agosto, è associato alla ruota Nazionale.

Per inciso, a gennaio è associata la ruota di Bari, a febbraio quella di Cagliari, a marzo quella di Firenze, ad aprile quella di Genova, a maggio quella di Milano, a giugno quella di Napoli, a settembre quella di Palermo, a ottobre quella di Roma, mentre a novembre e dicembre sono associate rispettivamente la ruota di Torino e la ruota di Venezia. Se il giocatore decide di partecipare al Simbolotto, concorrerà alla riscossione di premi aggiuntivi rispetto a quello che potrebbe eventualmente ottenere grazie alla sua giocata al Lotto, giocata che può essere effettuata in una delle tantissime ricevitorie presenti sul territorio nazionale. Per selezionare alcune ricevitorie vicine a dove ci troviamo si può utilizzare Google Maps.

Simbolotto: come si vince?

Si vince al Simbolotto qualora vengano estratti almeno 2 dei simboli che il sistema ha assegnato al giocatore. L’importo della vincita varia a seconda del numero di simboli indovinati e in base all’importo che si è deciso di giocare sulla specifica ruota.

Se per esempio si considera una puntata di 1€, indovinando due simboli si vincerà 1€; con 3 simboli indovinati si vinceranno 5€; 4 simboli indovinati faranno vincere 50€, mentre se la fortuna ci è particolarmente amica e i simboli azzeccati sono 5, il premio sarà di 10.000€.

I simboli del Simbolotto sono estratti ogni martedì, giovedì, venerdì e sabato, una volta che sono finite le varie estrazioni delle 11 ruote del Lotto che hanno inizio alle ore 20:00. Per sapere quali sono gli ultimi usciti ci si può collegare alla specifica pagina web del sito di ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli).



Continua a leggere

Ultime Notizie Roma

Quali requisiti occorre avere per diventare amministratore di condominio?

Pubblicato

il

Quali requisiti occorre avere per diventare amministratore di condominio?

Quella dell’amministratore condominiale è una figura che ancora oggi è in grado di scatenare molte domande in merito non solo alle sue funzioni, ma anche alle competenze richieste per poterla interpretare al meglio. Partendo dalla base, un amministratore condominiale è una persona incaricata dalla comunità condominiale di gestire una struttura, di garantire il rispetto dei regolamenti della stessa e tenere la contabilità.

Per riassumere, questa figura (che può essere rappresentata sia da un singolo individuo che da una società) si occupa di tutti gli aspetti riferiti alla gestione di un condominio, con tutti gli oneri e gli onori che ne derivano.

Questo profilo può essere sia interno, ovvero scelto dai condomini stessi mediante una votazione, oppure esterno, una possibilità che consente a chi popola la struttura di affidarsi ad un privato o una società esterna. Nella capitale, ad esempio, sono in tanti ad affidarsi agli amministratori di condominio a Roma Estia, per via della loro professionalità e le capacità gestionali che contraddistinguono il loro servizio.

Dando un’occhiata ai feedback riferiti a queste figure professionali sorge spontaneo chiedersi quali requisiti deve presentare un amministratore di condominio per adempiere al meglio ai propri compiti.

Requisiti e conoscenze: le differenze tra interni ed esterni

Un amministratore condominiale interno, ovvero la figura scelta tra i condomini e dai condomini mediante una votazione non deve sottostare ai requisiti di formazione e istruzione che invece verrebbero richiesti a una figura esterna. Chi viene scelto come amministratore interno non deve necessariamente essere in possesso di diploma o altri titoli di studio, ma ogni figura di questo tipo è tenuta a partecipare a dei corsi di formazione periodici.

Diverso il discorso che riguarda le figure esterne, visto che per casi di questo genere è necessario presentare dei requisiti specifici. Essi devono infatti aver necessariamente ottenuto il diploma di scuola secondaria di secondo grado, e inoltre devono aver partecipato a un corso di formazione iniziale e svolto attività di formazione periodica nell’ambito dell’amministrazione condominiale.

Importante precisare che questi requisiti possono essere annullati nel caso in cui il potenziale amministratore abbia svolto l’attività di amministrazione condominiale per almeno un anno nei tre anni precedenti. Anche in questo caso, tuttavia, resta l’obbligo di partecipare ai corsi di formazione periodici.

Quali competenze deve avere un amministratore condominiale

Essendo una figura legata a compiti di natura gestionale e amministrativa, è essenziale che egli abbia delle skill che si sposino con queste responsabilità. Un buon amministratore deve essere infatti in grado di gestire al meglio i conflitti tra condomini e le relazioni interpersonali, oltre ad avere buone capacità di problem solving.

Deve inoltre conoscere il diritto immobiliare ed avere un minimo di esperienza riguardante la gestione della contabilità. Le competenze devono anche estendersi all’aspetto legale, dato che questa figura deve occuparsi anche di procedure burocratiche ed interfacciarsi con la legge. Deve inoltre essere un comunicatore ed avere delle qualità degne di nota anche dal punto di vista organizzativo, dato l’importante compito di organizzare e condurre le assemblee.



Continua a leggere

Ultime Notizie Roma

Roma, Incidente sulla via Flaminia. Video

Pubblicato

il

Roma, Incidente sulla via Flaminia. Video

Roma, grave incidente ieri notte sulla via Flaminia.

L’incidente stradale ha coinvolto due autovetture si è verificato ieri sera, poco prima della mezzanotte. L’incidente stradale si è verifficato sulla via Flaminia, all’altezza di Saxa Rubra in direzione centro, in careggiata interna.

L’impatto, molto violento, tra le due macchine ha lasciato uno dei veicoli capovolto sulla carreggiata, mentre l’altro si è fermato in un punto in cui il bordo della strada è rialzato. Sul posto sono intervenute diverse ambulanze, almeno una delle persone che si trovavano all’interno delle auto – un uomo – è stata portata via dai sanitari con un respiratore attaccato, ma non dovrebbero esserci persone in fin di vita. clicca qui per vedere il video



Continua a leggere

Ultime Notizie Roma

I 4 principali miti sulle slot machine del RTbet casino

Pubblicato

il

I 4 principali miti sulle slot machine del RTbet casino

Molte persone amano il gioco d’azzardo perché a volte sembra un’ottima opportunità per guadagnare denaro e trarre il massimo piacere da questo processo. In questo caso, ognuno sceglie ciò che preferisce: per alcuni il poker al RTbet casino è il tipo di svago più interessante, mentre altri giocatori sono più interessati a giocare alle slot machine.

Molto dipende dal tipo di attività che preferisci e da ciò che è più importante per te. Se non ti piace giocare con giocatori in carne e ossa, allora puoi comodamente sederti con un computer portatile sul divano e scommettere senza uscire. Puoi trovare molte informazioni sulle regole del gioco, ma pochi parlano dei miti esistenti. Ti proponiamo un elenco di miti sulle slot in modo che tu possa decidere da solo cosa temere e a cosa prestare attenzione.

I risultati del gioco dipendono dalle vittorie precedenti

È uno dei miti più diffusi tra i giocatori di tutto il mondo. Si pensa che se nessuno ha vinto prima di te per molto tempo, allora presto la macchina darà una combinazione vincente. E viceversa, se una persona ha vinto prima di te, allora dovrai aspettare a lungo per avere fortuna.

Si tratta di un’opinione errata perché se tutto fosse così, i professionisti sarebbero in attesa dei principianti e piazzerebbero le scommesse nei momenti in cui una vincita è teoricamente possibile. In realtà, le slot sono impostate in modo casuale ed è impossibile prevedere una vincita. A volte la combinazione perfetta cade subito dopo la vincita, altre volte bisogna aspettare a lungo per ottenerla.

Se segui lo schema delle combinazioni, puoi vincere

Anche questa idea sbagliata è tipica, soprattutto per i principianti del RTbet casino. In realtà, la slot non presenta schemi complessi ed è semplicemente impossibile calcolare le mosse. Puoi spendere molto tempo, ma non otterrai il risultato desiderato. Non ci sono cicli o schemi nelle slot, quindi se senti che qualcuno è riuscito a superare una determinata slot, non crederci.

Il motivo della vittoria di una persona che calcola mosse e cicli può essere solo la fortuna o una coincidenza. In ogni caso, vale la pena ricordare che le slot machine funzionano con un generatore di numeri casuali, quindi questo gioco non si presta alla logica. Puoi davvero vincere se spendi molto tempo e monete di gioco, ma non dipenderà dalla tua logica, dalla tua memoria o dai tuoi calcoli matematici, bensì dalla casualità.

Esiste un sistema di gioco che puoi usare per battere le slot machine

Infatti, il massimo che puoi fare per vincere di più è giocare alle slot con i payout più grandi e frequenti. Il più delle volte, infatti, le slot hanno le puntate più alte e le monete stesse sono molto più costose rispetto ad altri titoli. Non esiste un sistema che ti permetta di vincere più spesso perché ogni slot ha un proprio programma, creato con cura da professionisti.

Nessun casinò o sala da gioco è stato creato per far sì che i giocatori ricevano spesso denaro, perché semplicemente non è redditizio per i proprietari. Pertanto, dovresti smettere di affidarti a sistemi inefficaci e ascoltare gli altri. A volte, per ottenere un risultato al RTbet casino, è importante affidarsi all’intuito o semplicemente piazzare una scommessa al momento giusto nel posto giusto, ma non riuscirai a battere la slot perché funziona secondo un programma.

Premere i pulsanti di un gioco online è molto più efficace che tirare la leva di una vera slot machine

Questo mito è stato inventato dai giocatori di recente, quando il gioco d’azzardo attraverso il RTbet casino e altri siti web è diventato popolare. In realtà, devi capire che sia i pulsanti che le leve delle slot sono stati creati per un unico scopo: avviare il gioco; quindi non c’è alcuna differenza. Il generatore di numeri casuali funziona in un certo modo, indipendentemente dal modo in cui si avvia il gioco. Pertanto, non contare sul fatto che, scegliendo un pulsante, tu possa in qualche modo influenzare il sistema e modificare il principio di funzionamento del generatore di numeri casuali.



Continua a leggere

Ultime Notizie Roma

Aumenta tutto: dai traghetti agli alberghi. Tutti i rincari sotto osservazione

Pubblicato

il

Aumenta tutto: dai traghetti agli alberghi. Tutti i rincari sotto osservazione

Vacanze, indagine Assoutenti-C.r.c.: da aerei a traghetti ecco tutti gli aumenti dell’estate 2024. Rincarano anche strutture ricettive, andare in villeggiatura costerà tra il 15% e il 20% in più. Italiani ridurranno i giorni di vacanza per far fronte a prezzi fuori controllo. Governo vari paniere anti-inflazione anche nel settore turistico.



Anche quest’anno i rincari si abbattono sulle vacanze estive degli italiani, con aumenti delle tariffe che riguardano ogni aspetto delle villeggiature, dagli aerei ai traghetti, passando per strutture ricettive, ristoranti, e servizi balneari. I dati arrivano da Assoutenti e Centro di formazione e ricerca sui consumi (C.r.c.), che hanno elaborato una indagine congiunta mettendo a confronto i prezzi nel settore turistico registrati nel 2023 con quelli in vigore quest’anno.

STRUTTURE RICETTIVE

Una famiglia con due bambini che decide di trascorrere una settimana di ferie in una località di mare del nostro territorio spende, prenotando oggi una struttura ricettiva a tre stelle o categoria equiparata (pasti esclusi) per il periodo a cavallo di Ferragosto (dal 10 al 17 agosto, 7 notti), da un minimo di 872 euro di Bibione a un massimo di 3.500 euro di Porto Cervo – analizzano Assoutenti e C.r.c. – Servono quasi 2.600 euro a Baja Sardinia, circa 2.200 euro ad Amalfi, sopra i 2mila euro anche Marina di Pietrasanta. Più economiche Rapallo (909 euro), e Grado (967 euro). Se si confrontano le tariffe per il mese di agosto disponibili oggi sui siti specializzati in comparazione alberghiere con i risultati proposti dagli stessi siti a giugno 2023 (e sempre riferiti al mese di agosto), si scopre che la spesa minima per le 37 località di mare monitorate sale in media del +19,6%, considerando solo la migliore offerta presente sulle piattaforme. La Sardegna è la regione che, sulla base di tali criteri, mostra gli incrementi percentuali più pesanti su base annua, seguita da Senigallia, Milano Marittima e Anzio.

TRAGHETTI

Altra nota dolente quella legata ai trasporti: una famiglia con due bambini che decide di spostarsi in traghetto con auto al seguito (partenza 9 agosto, ritorno 17 agosto) spende, acquistando oggi il biglietto di andata e ritorno, 1.274 euro per la tratta Genova-Porto Torres (+1,8% sul 2023), 1.094 euro per la Livorno-Olbia (+6,2%), 669 euro per la Napoli-Palermo (+7,2%), 823 euro per viaggiare da Civitavecchia a Porto Torres (+10,2%). In calo del -7,4% le tariffe per il collegamento Civitavecchia-Olbia. In base all’indagine di Assoutenti-C.r.c., gli aumenti medi per i traghetti nel periodo considerato sono del +6,3% sul 2023.

AEREI

Immancabile come ogni estate il fenomeno del caro-voli, che coinvolge sia le tratte nazionali che quelle estere. Per un volo di andata e ritorno (partenza 10 agosto, ritorno 17 agosto) relativo ad una famiglia con due bimbi, si spendono oggi un minimo di 972 euro per la tratta Milano-Brindisi, con un incremento del +15% rispetto allo stesso volo acquistato a giugno 2023; 924 euro per volare da Roma a Olbia (+15,5% sul 2023), 770 euro da Milano a Cagliari (+5,6%) e addirittura il 19,7% in più se si viaggia da Roma a Cagliari (prezzo minimo 686 euro).

Se si considerano invece le tariffe aeree per singolo passeggero, escludendo i voli con 2 o più scali, servono almeno 1.932 euro per volare da Roma alle Maldive (sempre dal 10 al 17 agosto), +44,2% rispetto allo scorso anno; 1.890 euro da Roma a Phuket (+21,6%), 1.842 euro da Roma a Zanzibar (+8,5%). Bastano invece 477 euro per volare da Milano a Creta (+6,7%), ma occorre mettere in conto un rincaro del +67% per il volo Milano-Bodrum, +63% per il Roma-Sharm el Sheikh, +29% Roma-Tenerife e +24,6% Milano-Mauritius.

Per le 18 tratte prese in esame dall’indagine Assoutenti-C.r.c. l’aumento medio delle tariffe su base annua è del +19,9%.

STABILIMENTI BALNEARI E RISTORANTI

Dal 2020 ad oggi gli stabilimenti balneari hanno applicato costanti aumenti delle tariffe per il servizio di noleggio ombrelloni, lettini, sdraio, cabine e per gli abbonamenti stagionali. Prima i maggiori costi legati alle misure imposte dal Covid, poi il caro-bollette, hanno spinto al rialzo i prezzi dei lidi, al punto che oggi per affittare un ombrellone e due lettini la spesa media si attesta In Italia tra i 30 e i 35 euro al giorno, con forti differenze sul territorio: si va da 25 euro della Romagna ai 90 euro del Salento, fino a superare i 120 euro al giorno in alcune località della Sardegna, con rincari medi a livello nazionale nell’ordine del +5% sul 2023.

Più caro anche consumare nei ristoranti delle località di villeggiatura e nei lidi: per il settore della ristorazione gli aumenti medi su base annua si attestano attualmente al +3,5%.

“Considerando tutte le voci di spesa che compongono una vacanza, quest’anno andare in ferie costerà in media tra il 15% e il +20% rispetto al 2023 – afferma il presidente del comitato scientifico Centro di formazione e ricerca sui consumi (C.r.c.), Furio Truzzi – Le tariffe appaiono fuori controllo anche come conseguenza della ripresa del turismo, dopo lo stop imposto dal Covid, e delle presenze record di stranieri nelle località della penisola registrate nell’ultimo anno. A fronte di tale situazione, il rischio concreto è che si allarghi la fetta di popolazione che quest’anno rinuncerà alle vacanze estive, non potendo affrontare una spesa che aumenta di anno in anno, mentre chi si concederà una villeggiatura ridurrà il numero di notti fuori casa, al fine di contenere l’esborso”.

“Invitiamo il Governo a puntare il faro sulle tariffe turistiche, che aumentano in tutti i settori, adottando misure per consentire a tutte le famiglie di andare in vacanza questa estate – afferma il presidente di Assoutenti, Gabriele Melluso – Proponiamo in tal senso di studiare provvedimenti analoghi al paniere anti-inflazione scattato a fine 2023 individuando, per chi ha redditi bassi, una serie di servizi turistici a prezzi calmierati nelle principali località di villeggiatura, dagli stabilimenti balneari alle strutture ricettive, passando per ristoranti e parchi divertimenti” – conclude Melluso.

Continua a leggere

Ultime Notizie Roma

Manifesto contro ProVita nel consultorio di Tor Bella Monaca

Pubblicato

il

Manifesto contro ProVita nel consultorio di Tor Bella Monaca

Manifesti contro ProVita nel consultorio familiare di Tor Bella Monaca nel VI Municipio.

Stamattina nel consultorio familiare, a due passi dal VI Municipio, sono stati attaccati manifesti e volantini contro l’associazione antiabortista ProVita e il partito politico Fratelli d’Italia che ha introdotto un emendamento nel decreto legge sul PNRR che apre la possibilità alle associazioni antiabortiste di entrare nei consultori.

Nel volantino c’è scritto ‘Fra queste c’è Provita: un’associazione neocattolica che basa la sua attività sull’attacco alla scelta libera e consapevole sull’interruzione do gravidanza.’

Nel manifesto posto all’entrata, su una scrivania all’interno della sala di attesa, nel grande manifesto c’è scritto che il partito di Fratelli d’Italia ‘Odia le donne’ e che l’associazione ProVita non deve entrare nei consultori.

Si da inoltre appuntamento per spiegare le proprie ragioni, oggi pomeriggio alle ore diciotto a Largo Ferruccio Mengaroni, di fronte alla Pewex piccola.

Le sigle che organizzeranno la manifestazione e firmatarie dei volantini all’interno del consultorio sono donne de borgata, rete inside donne A.S.I.A. Associazione inquilini e abitanti.

Riproduzione riservata



Continua a leggere

Politica

Alle elezioni europee ricordiamoci di chi ci obbligava a vaccinarci e che ora difende il Genocidio

Pubblicato

il

Alle elezioni europee ricordiamoci di chi ci obbligava a vaccinarci e che ora difende il Genocidio

Verba Volant scripta manent. Alle prossime elezioni europee ricordiamoci dei politici e degli schieramenti che ci hanno obbligato a vaccinarci, con l’obbligo del Green Pass dicendoci che non c’era nessun rischio, cosa che invece è stata smentita ufficialmente il primo maggio quando AstraZeneca ha dichiarato che il vaccino covid19 può causare rari casi di trombosi.

Questo nonostante tanti professori e medici della comunità scientifica già avevano detto che il vaccino era sperimentale e che così, come era organizzata la somministrazione, non era corretta. Solo che poi la classe politica dominante, che aveva come premier, prima Conte e poi Mario Draghi, con Roberto Speranza sempre ministro della Salute, andava a creare pressioni notevoli critica il mainstream. Qualche medico è stato cancellato e sospeso dagli albi professionali, qualche questore sospeso dall’attività e più di qualche giornalista declassato e imbavagliato, qualche lavoratore licenziato, qualcuno è morto di trombosi ecc…

Elezioni Europee

Fra meno di un mese ci saranno le elezioni europee che negli anni sono diventate più importanti delle elezioni nazionali e i personaggi bene o male sono sempre gli stessi. Adesso però c’è anche un’altra grana su cui tantissimi politici fanno silenzio, ovvero non condannare i crimini di guerra che sta commettendo il governo Netanyahu, sempre più in crisi al suo interno, ma appoggiato dai poteri forti del mondo occidentale.

Più di 40.000 vittime palestinesi, di cui più della metà donne e bambini. Parliamoci chiaro, non ci vuole nulla a capire che difendere questa strategia militare, nasce da accordi che vanno al di la della pace e della democrazia. Condannare il terrorismo e gli attacchi palestinesi verso civili israeliani è ugualmente vergognoso, ma la risposta militare d’Israele è nettamente sproporzionata.

Per l’Ucraina, tutti i nostri politici hanno fatto campagne di sensibilizzazione, mentre per la Palestina, tutto tace. La verità è che l’Italia è una colonia dell’America, ed ora più che mai ce ne siamo rendendo tutti conto. Quando continueranno a parlare di non violenza o di democrazia, diritti civili e quant’altro, ricordiamoci del Green Pass e del silenzio sul genocidio del popolo palestinese.



Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA