Seguici sui Social

Ultime Notizie

Multa per Apple: pubblicità ingannevole e aggressiva

Avatar

Pubblicato

il

Multa per l'Apple
PUBBLICITA


Multa di 10 milioni per l’ da parte dell’, che ha deciso di mettere sotto accusa i messaggi promozionali della nota società

Multa per Apple – L’antitrust ha multato per 10 milioni di euro le società Apple Distribution International e Apple Italia S.r.l. per due diverse pratiche commerciali errate. La prima è rivolta all’espansione di messaggi promozionali per diversi modelli di iPhone 8, iPhone 8 Plus, iPhone XR, iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone 11, iPhone 11pro e iPhone 11 pro Max. Tramite messaggi pubblicitari veniva indicata e messa in mostra la caratteristica di essere resistente all’acqua per una profondità massima variabile tra 4 metri e 1 metro, a seconda dei modelli, e fino a 30 minuti. Secondo l’Antitrust però questo non era del tutto giusto, in quanto nel messaggio non veniva spiegato come la caratteristica fosse riscontrabile solo in presenza di specifiche condizioni. Una di queste ad esempio è l’utilizzo di acqua statica e pura, come riscontrato durante specifici test di laboratorio, e non quindi nelle normali condizioni d’uso dei dispositivi da parte dei consumatori.

“Festeggiamo il Capodanno spostando le lancette dell’orologio avanti come in Fantozzi”

Lazio Udinese, Inzaghi commenta la sconfitta


Ultime Notizie

MARCONI Nascondeva 10mila euro di refurtiva in casa: arrestato 45enne filippino

Avatar

Pubblicato

il

MARCONI Nascondeva 10mila

MARCONI Nascondeva 10mila euro di refurtiva in casa, la Polizia di stato arresta 45enne per ricettazione e rifiuto di fornire le generalità

MARCONI Nascondeva 10mila euro di refurtiva in casa – Al termine di attività di indagine, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato San Paolo, diretto da Massimiliano Maset, sono riusciti a individuare un appartamento in via Gerolamo Cardano dove era stato segnalato lo smercio di materiale di provenienza furtiva da parte di un cittadino straniero. Quando i poliziotti sono giunti nei pressi dell’edificio, hanno notato uno straniero che, a piedi, stava giungendo in direzione dell’ingresso del condominio. A destare sospetti,  il fatto che questo, continuava a voltarsi come per controllare se fosse seguito da qualcuno. Subito dopo ha aperto il cancello pedonale esterno al palazzo e, quando i poliziotti decisi a controllarlo, si sono avvicinati, lui ha cercato di scappare ma è stato bloccato.

CONTINUA

Agitato e visibilmente insofferente al controllo, il 45enne di origine filippina, alla richiesta degli operatori, rispondeva di non avere documenti con sé e di non abitare in quel palazzo. In tasca però, gli venivano trovate alcune chiavi e la somma di 1200 euro in contanti di cui non sapeva giustificare il possesso. Grazie ai due mazzi di chiavi rinvenute, i poliziotti sono riusciti ad individuare poco dopo l’appartamento dove vive lo straniero. All’interno di questo, è stata rinvenuta della merce rubata tra cui personal computer, borse, due orologi, penne, diverse paia di occhiali, tutta refurtiva di ingente valore pari a 10 mila euro circa e di cui l’uomo non sapeva fornire spiegazioni circa la provenienza. Accompagnato negli uffici di Polizia, lo straniero è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per ricettazione e rifiuto di fornire le proprie generalità.

ROMA Ladri rubano oro e preziosi dal valore di 15mila euro: la polizia li pedina e li arresta

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA