Seguici sui Social

Cronaca

CENTOCELLE Ricettatore di oggetti rubati nelle auto in sosta preso dopo una lunga indagine

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Di Oggetti Rubati Nelle Auto In Sosta Preso Dopo Una Lunga Indagine.

CENTOCELLE Ricettatore Di Oggetti Rubati Nelle Auto In Sosta Preso Dopo Una Lunga Indagine. A fermarlo, ieri sera, gli investigatori della Polizia giudiziaria del Commissariato Celio. I quali da tempo indagavano su una serie di furti commessi nella zona sulle auto in sosta. In particolare, gli agenti si stavano concentrando sul ‘canale’ attraverso cui gli oggetti rubati arrivavano sul mercato nero. Sono così arrivati a Centocelle, dove operava un ricettatore originario della ex Jugoslavia, provvisto di un’utilitaria intestata a una terza persona. Si sono appostati varie volte e ieri sera hanno individuato e fermato un’auto sospetta. Alla guida un 41enne nato in una delle Repubbliche Balcaniche, già indagato per reati contro il patrimonio. Il veicolo è stato perquisito e all’interno sono stati rinvenuti 2 orologi e 20 chiavi inglesi ‘a T’ di diverse misure. Presente anche un mazzo di chiavi, non riconducibili però all’abitazione ‘ufficiale’ del 41enne. Il loro uso era destinato invece al vero deposito del ricettatore, un altro appartamento. Gli agenti lo hanno individuato dopo un lavoro certosino, non privo di difficoltà. All’interno c’era un’amica dello slavo, anch’essa sottoposta a fermo. La perquisizione dell’immobile ha invece portato al sequestro di vari profumi, diverso materiale informatico e 4 orologi, uno dei quali di notevole valore. Al termine degli accertamenti di rito, il 41enne è stato denunciato in stato di libertà per ricettazione. Gli investigatori stanno ora vagliando il materiale sequestrato, confrontato con le varie denunce ricevute.


Cronaca

LANUVIO 5 anziani morti in Rsa: la Procura apre un fascicolo

Avatar

Pubblicato

il

LANUVIO 5 anziani morti in Rsa: la Procura di Velletri apre un fascicolo

LANUVIO 5 anziani morti in Rsa. E’ accaduto nelle campagne della cittadina alle porte di Roma. 10 gli anziani ospitati nella struttura, adibita anche a centro Covid. Oltre ai 5 di cui è stato già accertato il decesso, ce ne sarebbero altri in condizioni piuttosto gravi. Ad accorgersi di tutto e a dare l’allarme, questa mattina, un addetto: l’uomo era appena arrivato nella Rsa quando ha trovato privi di sensi i 10 ospiti e due operatori che si occupavano dell’assistenza. Ancora ignote al momento le cause dei decessi: gli inquirenti però sono praticamente certi che fatali sarebbero state delle esalazioni di monossido di carbonio. Al lavoro per chiarire la dinamica dei fatti i carabinieri di Lanuvio e di Velletri. La Procura della città veliterna ha invece aperto un fascicolo.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA