Seguici sui Social

Ciao, cosa stai cercando?

Cronaca Roma

Ultime Notizie Roma


PUBBLICITA

Daspo Fuori Contesto Per 10 tifosi Della Lazio

Daspo Fuori Contesto per 10 tifosi dell Lazio rei di aver minacciato giornalisti e attaccato le forze dell’ordine

Daspo Fuori Contesto

Daspo Fuori Contesto per 10 ultrà della Lazio.

La Questura di Roma ha emesso 10 Daspo Fuori Contesto nei confronti di tifosi aderenti al gruppo ultras degli “IRRIDUCIBILI” della Lazio.

La vicenda

È notizia di pochi minuti fa che in questi giorni saranno notificati 10 daspo Fuori Contesto, ad altrettanti ultras della Lazio. La decisone del questore di Roma obbligherà i soggetti del provvidemto all’obbligo di firma in commissariato.
La decisione è stata emessa dal GIP di Roma, per i fatti accaduti in città il 6 giugno 2020, in occasione della manifestazione – non autorizzata – indetta dal movimento denominato “Ragazzi d’Italia” nell’area del Circo Massimo contro le misure anti-Covid imposte dal governo.

circo massimo, arena nel cuore di Roma
L’area del Circo Massimo

La DIGOS ha identificato 10 persone che, con il volto travisato, erano armati di bastoni, cinte e bottiglie di vetro, petardi, fumogeni e alcune bombe carta.

I manifestanti avevano prima costretto i giornalisti ad andarsene dalla manifestazione, impedendogli di esercitare il diritto di cronaca e poi, successivamente, avevano anche aggredito, ripetutamente e in più circostanze le forze dell’ordine.

Gli agenti della Divisione Anticrimine della questura, diretti da Angela Altamura, grazie anche ai rilievi fotografici in possesso alle forze dell’ordine, hanno permesso di risalire ai protagonisti di quel giorno, confermando la loro appartenemza al tifo più caldo della squadra biancoceleste.


Sulla base di quanto emerso, il questore ha deciso quindi di applicare la misura del daspo “fuori contesto”.

Il daspo “Fuori Contesto”

è novità nell’ambito della sicurezza pubblica, che di fatto estende l’applicazione del daspo anche a chi commette reati fuori dal contesto sportivo.
Chi commette reati inerente l’ordine pubblico, anche se lontano dagli eventi sportivi, può ricevere una diffida a non andare più allo stadio per sostenere la propria squadra del cuore.

In senso più generale l’obiettivo delle istituzioni è quello di allontanare dagli stadi, quei soggetti legati alla criminalità organizzata e tutti quelle persone ritenute “socialmente pericolose”.

I 10 Tifosi sanzionati hanno età compresa fra i 21 e i 44 anni, e diverse sono le misure imposte:

  • Per 4 soggetti i daspo saranno di un anno senza obbligo di firma.
  • Per 3 invece il daspo durerà 5 anni con l’obbligo di firma, in quanto recidivi.
  • Per gli altri 3, che avevano già il daspo in corso, ci sarà un un aggravamento di quello attuale.

Due di questi avevano erano già diffidati per gli scontri in via delle Belle Arti, durante Lazio Celtic del 7 novembre 2019 e Lazio Atalanta, finale di coppa Italia.


Fra i soggetti coinvolti c’è anche un appartenete al gruppo ultrà del Napoli, anch’egli con daspo in corso della durata di 8 anni emesso nel 2015.

Intanto anche a Ostia rissa fra minorenni

Ti potrebbe interessare

Calcio

Dopo 3 giornate, Roma capolista con Napoli e Milan. Tracollo Lazio a San Siro

Calcio

I 2 allenatori di Lazio e Roma uniti contro le condizioni del manto da gioco dello Stadio Olimpico

Calcio

Lazio e Roma, subito vincenti in campionato, tris alle 2 toscane e testa della classifica

Calcio

Lotito non è preoccupato per il mercato che non decolla: i rinforzi arriveranno