Da Fiumicino a Roma in drone: l’ultima novità in materia di trasporti

Da Fiumicino a Roma in drone: in arrivo nella Capitale il taxi del futuro

Da Fiumicino a Roma in drone, ora si può. L’idea è partita dalla società tedesca Volocopter, che dà l’appuntamento per il 27 ottobre all’aeroporto capitolino. Proprio qui, annuncia il chief commercial officer Christian Blauer, sarà infatti presentato l’aerotaxy Volocity. L’evento, a cui parteciperanno anche i funzionari del governo, si protrarrà fino al 30 ottobre. Successivamente, dal 2 al 5 novembre, l’apparecchio sarà spostato nel centro della Capitale: per la precisione, a Piazza San Silvestro, a due passi da Palazzo Chigi. Solo un’esposizione per il momento: perchè il drone possa adempiere al trasporto di persone bisognerà infatti attendere il 2024. Intanto sarebbe già stato sottoposto ai primi test, a Singapore e Helsinki. L’Italia potrebbe dunque essere capofila in Europa di un nuovo modo di viaggiare. Oltre ad accappararsi un mercato stimato, solo sul fronte continentale, 4,5 miliardi di dollari entro il 2030.

Il velivolo, 18 rotori e alimentazione a litio, potrà contenere due passeggeri. A guidarne il volo, inizialmente in verticale, sarà un pilota, sostituito poi da un computer. Potrà percorrere tutta la città, ininterrottamente, viaggiando ad una velocità di 110 km/h. In questo modo, per il tragitto Fiumicino-Roma, impiegherà soli 15 minuti, a fronte dei classici 45. Quanto costerà agli utenti il viaggio ancora non è dato saperlo, ma dalla Germania assicurano che il prezzo non sarà di nicchia.