UMBERTO I Peruviano positivo scatena il finimondo: feriti agenti e infermieri

UMBERTO I Peruviano positivo provoca momenti di terrore all'interno del Policlinico

umberto i

UMBERTO I Peruviano positivo getta il panico. E’ accaduto il 26 dicembre, durante le ore pomeridiane. La furia dell’uomo, armato di cacciavite, non ha risparmiato proprio niente e nessuno che gli capitasse a tiro. Settantenne, si trovava nel nosocomio da un paio di giorni, dopo che un test ne aveva certificato il contagio da Covid.

UMBERTO I PERUVIANO POSITIVO, LA DEVASTAZIONE

Dapprima ha preso di mira alcune stanze, mettendole sottosopra. Poi, non contento, si è scagliato contro il personale medico intervenuto per fermarlo. Alla fine si è introdotto in uno dei locali e vi si è chiuso dentro. Qui ha proseguito a dare sfogo alla sua ira sugli arredi presenti.

E’ stato dunque avvertito il 112, sollecitando l’arrivo sul posto di agenti del reparto Volanti della Questura. Questi ultimi, dopo aver provato più volte senza esito, sono riusciti a entrare nella stanza. Qui hanno trovato il 70enne, che per tutta risposta li ha fatti oggetto del lancio di una sedia. Poi, dopo essersi fiondato su uno dei poliziotti, lo ha ferito sempre con il cacciavite.

UMBERTO I PERUVIANO POSITIVO, E L’ARRESTO

Ciò però non gli ha evitato di essere bloccato dagli agenti, che gli hanno infilato le manette ai polsi. E’ accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, oltre che di danneggiamento aggravato. A decidere la sua sorte sarà ora l’Autorità Giudiziaria.

LAZIO IN ZONA GIALLA: ECCO LA DATA