Seguici sui Social

Cronaca

Mascherine Ffp2, da aprile via l’obbligo: ecco cosa cambia

Pubblicato

il

Mascherine Ffp2 – cosa c’è da sapere

“Lo stato d’emergenza Covid non sarà prorogato oltre il 31 marzo”, è ciò che ha confermato ieri sera il presidente del consiglio Mario Draghi: “riaprire del tutto, al più presto”.

Dal 1 aprile, dunque, cesserà l’obbligo delle mascherine all’aperto e non sarà rinnovato l’obbligo delle Ffp2 imposto per gli spettacoli all’aperto.

Ma sull’uso delle mascherine Ffp2 al chiuso il ministro della Salute ha annunciato un’ordinanza che rinnoverà l’obbligo di indossarle nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private. Quindi anche sui luoghi di lavoro e sui mezzi pubblici.

Si dovrà poi decidere fino a quando rinnovare l’ordinanza che impone la mascherina per spettacoli al chiuso in teatri, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo e per gli eventi e le competizioni sportive che si svolgono al chiuso.

Seguici anche su FB

Sciopero trasporti Roma domani

Cronaca

Lariano, Vicina accusata di rubare in casa, attacco con accetta contro auto con bambini

Pubblicato

il

Lite in strada rischia di culminare in tragedia

Una lite in strada ha rischiato di culminare in tragedia, con colpi d’accetta contro un’auto dentro alla quale c’erano dei bambini.

Arrestate due persone per l’aggressione

Una lite tra famiglia in strada in via Urbano IV è degenerata a Lariano, in provincia di Roma nel pomeriggio di ieri, sabato 22 giugno. Una delle persone presenti ha colpito con un’accetta l’auto all’interno della quale c’erano dei bambini, tra i quali uno di sette anni. Fortunatamente da quanto si apprende si è trattato solo di un grande spavento, ma non è rimasto ferito nessuno in maniera grave. Sette le persone coinvolte, di età compresa tra diciannove e cinquantanove anni. A mettere fine alla discussione è stato l’arrivo dei carabinieri, dopo la segnalazione al Numero Unico delle Emergenze 112 di una lite in strada, che aveva assunto caratteristiche violente. I militari hanno arrestato due persone, che dovranno rispondere di minacce, aggressione e danneggiamento, e hanno identificato tutti i partecipanti.

Incolpa la vicina di averle rubato in casa

Secondo le informazioni apprese al momento dei fatti una coppia con figli si trovava in strada, quando un uomo e una donna di Velletri tutti e due sessantacinquenni e già noti alle forze dell’ordine, li hanno aggrediti per cause non note e ancora in corso d’accertamento. L’ipotesi sarebbe che una delle due donne ha accusato l’altra di aver rubato nella sua abitazione. La vittima ha poi sporto denuncia dai carabinieri.

Bambina di 7 anni cade dalla finestra del bagno di casa: soccorsa con l’eliambulanza

L’aggressione ha generato urla con richieste di aiuto, tre le persone che hanno avuto biosgno di cure mediche, finite in ospedale per contusioni in varie parti del corpo. I partecipanti alla lite sono stati ascoltati dai carabinieri, che hanno ricostruito l’esatta dinamica dell’accaduto, per accertare le responsabilità a loro carico. Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Incidente a Tor Tre Teste, Valerio Marziali a 34 anni lascia moglie e figlia piccola

Pubblicato

il

Una tragedia sulla Casilina

Valerio Marziali, 34 anni, è morto venerdì sera in un tragico incidente sulla via Casilina. Marziali, in sella al suo scooter “Kimco”, è stato coinvolto in uno scontro con due auto, una Opel Corsa e una Volkswagen Polo, riportando ferite fatali. L’incidente è avvenuto all’altezza di via Tor Tre Teste.

La dinamica dell’incidente

Secondo le prime ricostruzioni, Marziali ha urtato una Opel Corsa guidata da un giovane italiano di 22 anni, perdendo il controllo e venendo sbalzato sulla corsia opposta, dove è stato investito da una Volkswagen Polo condotta da una donna italiana di 63 anni. L’impatto è stato fatale, e nonostante il rapido intervento dei soccorsi, Marziali è morto sul colpo.

Dettagli dell’incidente

La polizia locale del V Gruppo è intervenuta sul luogo dell’incidente per effettuare i rilievi. Entrambi i conducenti delle auto coinvolte si sono fermati e sono stati sottoposti agli esami tossicologici di rito. Le loro auto sono state sequestrate per consentire le perizie tecniche necessarie a chiarire le cause dell’incidente. Tra le ipotesi al vaglio, ci sono una possibile distrazione di Marziali o una manovra impropria del conducente dell’Opel Corsa.

Vittime della strada a Roma

L’incidente di Marziali è solo l’ultimo di una serie di tragici eventi sulle strade di Roma. Solo una settimana fa, un altro uomo, Luca Pupillo, è morto in un incidente simile sulla Cristoforo Colombo. Da inizio anno, le vittime della strada nella Capitale sono già 73, evidenziando una preoccupante tendenza al rialzo.

Il ricordo di Valerio Marziali

Valerio Marziali, dipendente dell’AMA, lascia una moglie e una figlia piccola. Sul suo profilo social, l’ultimo video postato lo mostrava mentre ringraziava gli amici per gli auguri di compleanno, spegnendo 34 candeline lo scorso 31 marzo. Il ricordo di Marziali resta vivo tra i suoi colleghi e amici, che piangono la perdita di una persona cara in un incidente tanto improvviso quanto devastante.

Continua a leggere

Cronaca

Cronaca Roma, A Pietralata un accoltellato in strada

Pubblicato

il

Aggressione a Roma: uomo accoltellato in strada

Un uomo di 51 anni è stato accoltellato ieri sera in strada a Roma, trovato a terra con una ferita d’arma da taglio al fianco sinistro. È stato trasportato d’urgenza al Policlinico Umberto I in prognosi riservata. Sul posto sono intervenuti i poliziotti delle varie stazioni per gli accertamenti. Le indagini sono in corso e l’aggressore è ancora in fuga.

Intervento tempestivo dei soccorsi

Un passante ha lanciato l’allarme dopo aver visto l’uomo ferito in strada e ha chiamato il 112. Le volanti della Polizia di Stato e gli operatori del 118 hanno raggiunto il luogo per le indagini e il soccorso. Trasportato in ospedale in codice rosso, l’uomo è stato sottoposto a un’operazione e al momento del trasporto sembrava cosciente.

Indagini in corso sulle cause dell’aggressione

Le cause dell’aggressione non sono ancora chiare, potrebbe trattarsi di un tentativo di rapina o di una lite degenerata in strada. La polizia cercherà di capire il movente dell’aggressione e se la vittima conoscesse il suo aggressore, una volta ascoltato il 51enne ferito.

Uomo senza fissa dimora morto per il caldo a Roma

Un uomo senza fissa dimora è stato trovato morto per il caldo in via del Viminale a Roma. Attualmente ricoverato al Policlinico Umberto I in condizioni gravi, non si sa se sia in pericolo di vita. Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Roma Tor tre Teste, Scontro fatale tra auto e scooter, 34enne muore

Pubblicato

il

Incidente mortale a Roma

L’incidente è avvenuto nella serata di ieri su via Casilina all’altezza di via di Tor Tre Teste. A perdere la vita un uomo di 34 anni.

Il violento impatto tra tre mezzi

Incidente mortale nella tarda serata di ieri sulle strade di Roma. Su via Casilina, nei pressi dell’incrocio con via Tor Tre Teste, alla periferia Est della capitale, si sono scontrati tre mezzi, due auto e uno scooter. Coinvolti nello schianto, violentissimo, una Golf Polo con al volante una donna di 63 anni, una Opel Corsa guidata da un 22enne e uno scooter sul quale viaggiava un 34enne. Ad avere la peggio nell’impatto il giovane in sella al Kymco, che è stato sbalzato sull’asfalto.

Intervento dei soccorsi e accertamenti

Quando i soccorsi sanitari sono giunti sul posto con diverse ambulanze, hanno tentato di rianimare il giovane ma ogni tentativo è stato inutile: medici e paramedici non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Sul posto anche gli agenti della Polizia Locale del V Gruppo Casilino, che hanno eseguito i rilievi del caso per accertare dinamica ed eventuali responsabilità nell’incidente.

Entrambi i conducenti delle vetture coinvolte sono stati sottoposti all’alcol e al drug test, che sono stati eseguiti al Policlinico Casilino, dove sono stati condotti in ambulanza per essere visitati. Il tratto di strada interessato è stato chiuso dai vigili per il tempo necessario agli accertamenti e alla rimozione dei veicoli incidenti, che sono stati posti contestualmente sotto sequestro.

La 73esima vittima della strada a Roma

Il giovane di 34 anni che ha perso la vita su via Casilina è la settantatreesima vittima della strada a Roma e provincia nel 2024. Lunedì scorso la 24enne Manila De Luca è stata investita e uccisa a Tor Bella Monaca mentre attraversava la strada alla guida del suo monopattino elettrico.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Casal Monastero, Condizionatore installato in casa e tecnico bastonato e rapinato

Pubblicato

il

Il padrone di casa denunciato per rapina, ricettazione e detenzione abusiva di arma

Il padrone di casa, un uomo di 48 anni, è stato denunciato e dovrà rispondere delle accuse di rapina, ricettazione e detenzione abusiva di arma.

La rapina durante l’installazione del condizionatore

Prima si è fatto installare il condizionatore in casa, ma in seguito, al momento del pagamento, ha minacciato il tecnico con una pistola, lo ha preso a bastonate e lo ha rapinato. Il fatto è avvenuto in via Sordello da Goito, zona Casal Monastero, periferia Est di Roma.

Indagini della polizia e identificazione del responsabile

Stando a quanto si apprende, sulla vicenda stanno indagando gli agenti di polizia del distretto di San Basilio che, dopo una rapida indagine, hanno individuato il presunto responsabile, un uomo di 48 anni.

Le testimonianze del tecnico e le prove trovate in casa

Secondo la versione del tecnico, il padrone di casa lo avrebbe prima minacciato con una pistola e poi lo avrebbe picchiato con un bastone telescopico. Infine, sempre stando al racconto dell’operaio, il proprietario dell’appartamento gli avrebbe strappato dalle mani un Pc portatile. Una vera e propria rapina.

Nel tentativo di scappare ed evitare altre possibili, se non probabili, violenze, il tecnico sarebbe caduto riportando ferite giudicabili in trenta giorni. Una perquisizione domiciliare eseguita dagli agenti di polizia ha permesso di ritrovare in casa la pistola utilizzata per minacciare la vittima: si tratta di una semiautomatica calibro 45 con 82 proiettili.

Ritrovato anche un bastone telescopico e, soprattutto, il pc della vittima. Dettagli che avvalorano il racconto del tecnico. Per questi motivi il padrone di casa è stato denunciato e dovrà rispondere delle accuse di rapina, ricettazione e detenzione abusiva di arma. Fonte

Continua a leggere

Cronaca

I giudici sulla Morte di Desirée, “Indifferenza assoluta verso la sua vita”

Pubblicato

il

Desirée

La mancanza di volontà nell’azione criminosa

Gli imputati Salia, Alinno e Minteh sono stati condannati per la morte di Desirée Mariottini. Non solo non hanno prestato soccorso alla ragazza in grave stato di salute, ma si sono opposti a chi suggeriva di chiamare un’ambulanza che avrebbe potuto salvarla.

Le condanne ridotte in appello

Nel processo di secondo grado, Mamadou Gara è stato condannato a 22 anni anziché all’ergastolo, Alinno Chima a 26 anni anziché 27, Brian Minthe a 18 anni anziché 24. Salia ha avuto confermato l’ergastolo. Gli imputati, di origine africana, sono accusati di omicidio, violenza sessuale e spaccio.

L’atteggiamento di Gara verso Desirèe

I giudici sottolineano che Gara ha ignorato il rischio di overdose e morte per Desirée, interessandosi solo al suo abuso sessuale, nonostante il suo evidente stato di malessere. Gara ha trascurato i segnali del deterioramento di Desirèe, mostrando indifferenza verso la sua salute.

La complicità nell’uso di droghe

È emerso che Gara, Salia e Alinno hanno ceduto ripetutamente sostanze stupefacenti a Desirée, che si presentava in stato di astinenza, cercando disperatamente droghe. Questa condotta ha contribuito alla sua morte. Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Sparatoria parcheggio Guidonia: feriti 2 uomini

Pubblicato

il

Sparatoria in auto a Guidonia

Nel primo pomeriggio, a Guidonia, nei pressi di via Stella Polare vicino al Parco Azzurro, si è verificata una sparatoria. Due uomini nordafricani, zio e nipote, sono stati feriti gravemente e trasportati in codice rosso al policlinico Sant’Andrea. I carabinieri della compagnia di Tivoli stanno indagando sull’incidente.

Feriti e trasportati in codice rosso

Le vittime, un marocchino e un tunisino, sono state avvicinate da uno scooter con due persone a bordo che, con volto coperto, hanno tentato di rapinarle. Gli aggressori erano armati di pistola e coltello, e durante la colluttazione sono stati esplosi dei colpi di arma da fuoco.

Dettagli della sparatoria

Secondo una prima ricostruzione, gli aggressori hanno cercato di rapinare le vittime, provocando una colluttazione. Uno degli uomini è stato ferito alla gamba, mentre l’altro è stato colpito alla tempia e al ginocchio nel tentativo di inseguire gli aggressori in fuga.

Aggressori in fuga

Gli aggressori sono attualmente in fuga. I carabinieri stanno conducendo rilievi sul posto e verificando la presenza di eventuali impianti di videosorveglianza per raccogliere ulteriori prove.

Altri casi di sparatoria a Roma

Roma è stata recentemente teatro di altre sparatorie in pieno giorno. Un caso recente è avvenuto vicino al Villaggio Prenestino, dove un’anziana donna è stata uccisa da un proiettile vagante. In quel caso, ci sono tre indagati per l’omicidio, ma finora non sono stati effettuati arresti.

Continua a leggere

Cronaca

Arrestati tre uomini per tentato omicidio del boss della droga a Tor Bella Monaca

Pubblicato

il

Arrestati tre uomini accusati di aver sparato a Giancarlo Tei

Giancarlo Tei è stato colpito da vari proiettili la notte dell’11 maggio. I carabinieri hanno arrestato questa mattina tre uomini di origine sudamericana, residenti a Genova.

Individuati grazie alle telecamere di sorveglianza

I carabinieri del Nucleo investigativo del gruppo di Frascati hanno arrestato tre uomini accusati di aver cercato di uccidere la sera dell’11 maggio Giancarlo Tei, uno degli uomini chiave dello spaccio a Roma. Si tratta di tre cittadini di origine sudamericana residenti a Genova.

I militari li hanno individuati tramite la visione delle telecamere di sorveglianza presenti nella zona. Durante le indagini hanno notato una macchina parcheggiata nei pressi di via Scozza – dove hanno cercato di uccidere Tei – nei momenti precedenti e successivi il tentato omicidio. Sull’auto si sono visti salire due uomini il cui profilo sembrava corrispondere a quello dei sicari: tramite l’incrocio di informazioni acquisite dalle varie banche dati e dopo aver interrogato tutte le fonti a disposizione, sono riusciti a monitorare gli spostamenti della macchina, prendendo la targa e risalendo ai tre uomini che erano a bordo. Questa mattina i carabinieri li hanno arrestati e portati in carcere.

L’attentato a Giancarlo Tei ed il suo coinvolgimento nello spaccio romano

Giancarlo Tei è stato colpito da diversi proiettili la notte dell’11 maggio in via Scozza, nei pressi della sua abitazione a Tor Bella Monaca. A chiamare i soccorsi sono stati i residenti allertati dalle urla del ragazzo insieme alla madre, che ha sentito il figlio chiedere aiuto in strada. Sottoposto a una delicata operazione, Tei si è riuscito a salvare. Chi gli ha sparato, non voleva mettergli paura, non lo voleva ferire: lo voleva uccidere, non ci è riuscito solo per puro caso

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Bambino 12 anni si lega al letto, soffoca e muore: tragedia a Roma

Pubblicato

il

Terribile incidente a Roma

Un terribile incidente si è verificato a Roma, dove un bambino di 12 anni si è legato al letto con una cintura per gioco ed è purtroppo morto. Al momento sono in corso le indagini riguardanti questo tragico evento.

Tragedia a Tor Bella Monaca

Nella zona di Tor Bella Monaca, alla periferia est di Roma, si è verificata una tragedia in cui un ragazzino di 12 anni è deceduto mentre era legato al letto con una cintura. Gli agenti della polizia stanno indagando sul caso e sembra che si tratti di un gioco finito male, escludendo l’ipotesi di un gesto volontario.

Dettagli sull’accaduto

Il ragazzino si trovava da solo in camera al momento degli eventi, mentre la madre e la sorella erano nell’altra stanza. È stato proprio il loro allarme che ha portato al rinvenimento del ragazzino agganciato con una cintura al letto a castello. La corda improvvisamente si è chiusa intorno al collo del bambino, causandone la morte per soffocamento.

Arrivo dei soccorsi

Una volta ricevuto l’allarme, sul posto sono giunti gli agenti della polizia insieme agli operatori del personale sanitario del 118. Nonostante i tentativi di rianimazione, purtroppo il dodicenne è deceduto e non è stato possibile salvarlo.

Inchiesta in corso

Dopo il rinvenimento del corpo, la polizia ha sequestrato il computer e il telefonino presenti nella stanza, timorosa che il caso possa essere collegato a una challenge sui social network. Resta ancora da definire la causa esatta dell’incidente, mentre la polizia postale analizzerà il contenuto dei dispositivi sequestrati. Fonte

Continua a leggere

Attualità

Roma Tor Bella Monaca, Deceduta la giovane Manila De Luca, 24 anni

Pubblicato

il

Giovane vittima in un tragico incidente

Per la giovane non c’è stato nulla da fare. Alla guida dell’Opel Astra che ha travolto Manila De Luca, un ragazzo di 22 anni che si è fermato a prestare soccorso.

Tragedia a Tor Bella Monaca

Tragedia ieri sera a Roma, nel quartiere di Tor Bella Monaca. Una ragazza di 24 anni a bordo di un monopattino è morta dopo essere stata investita da una macchina. L’incidente è avvenuto verso le 19.30: per la giovane, purtroppo, non c’è stato nulla da fare.

Sul posto sono intervenuti gli agenti del VI gruppo Torri della Polizia Locale per i rilievi del caso. Sono in corso accertamenti per fare luce sull’accaduto. Alla guida dell’Opel Astra che ha travolto la ragazza, c’era un giovane di 22 anni, che si è fermato a prestare soccorso. Sarà sottoposto, come da prassi, ai test per verificare l’eventuale presenza nel sangue di alcol e droga, in modo da chiarire meglio la dinamica del sinistro.

Ricordo di Manila De Luca

La vittima si chiamava Manila De Luca ed era molto conosciuta nel quartiere, dove era amata e benvoluta. Sono molte le persone sconvolte dall’accaduto e che non riescono a darsi pace per quanto accaduto alla ragazza, che lavorava in una tabaccheria in zona.

Dettagli dell’Incidente

La tragedia è avvenuta in via di Tor Bella Monaca, davanti al supermercato Pewex. La macchina si è distrutta completamente con l’impatto, mentre il monopattino è stato sbalzato a diversi metri di distanza. Uno scontro violentissimo che non ha lasciato scampo alla ragazza, morta praticamente sul colpo. Inutili i tentativi dei sanitari del 118 di rianimarla, le ferite riportate nello schianto erano troppo gravi.

Indagini sulla dinamica del sinistro

Al momento la dinamica dell’incidente non è ancora chiara. I caschi bianchi dovranno chiarire se la macchina sia passata con il rosso oppure con il verde, e la velocità a cui stava procedendo. A tal fine sarà ascoltato il conducente della vettura, i testimoni, e saranno vagliate eventuali telecamere di sorveglianza presenti nella zona. Fonte

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA