CUCCHI DAlessandro si difende: “Io carabiniere nell’animo”

CUCCHI DAlessandro, uno dei carabinieri condannati per la morte del geometra, commenta la sentenza della Cassazione

Stefano Cucchi
Ultimo aggiornamento:

CUCCHI DAlessandro non nasconde la sua delusione dopo i 12 anni definitivi inflittigli per omicidio preterintenzionale. “Sono amareggiato – ha detto subito dopo aver appreso il verdetto – Non sono io l’assassino di Stefano Cucchi. Rispetto comunque quanto deciso dai giudici, perchè sono un carabiniere nell’animo“. Il militare è assistito dall’avvocato Maria Lampitella, che, davanti a microfoni e taccuini, ha criticato la Cassazione: “Anche questi giudici si sono fatti influenzare dall’eco mediatico dato alla vicenda“.

CUCCHI DALESSANDRO, LE PAROLE DEL LEGALE

E sugli istanti successivi all’ascolto della sentenza, ha aggiunto: “Il mio assistito è rimasto in silenzio e poi è andato a costituirsi in caserma ad Isernia“. Adesso DAlessandro, insieme ad Alessio Di Bernardo, l’altro carabiniere condannato per lo stesso reato, si trova in cella, nel penitenziario di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta.

LEGGI ANCHE IL COMMENTO DI ILARIA CUCCHI