Riforma Isee 2022, dal Governo più soldi per l’assegno unico per i figli

Riforma Isee 2022, il team Meloni è pronto. Al vaglio ci sarebbe un nuovo meccanismo di calcolo del coefficiente, che consentirebbe di dare alle famiglie più soldi per i figli a carico. Sulla misura stava già lavorando il governo di Mario Draghi, ma la ‘collega’ di centrodestra potrebbe portarla avanti sino a condurla in porto. L’importo, questa l’idea, verrebbe innalzato modificando i requisiti per l’accesso al beneficio. E la novità principale sarebbe costituita dal peso molto minore conferito alla casa di proprietà.

RIFORMA ISEE 2022, LA PLATEA COINVOLTA

Al momento l’assegno unico è stato richiesto da 4 milioni di nuclei, per 6,5 milioni di figli. Una platea che si raddoppierebbe se la riforma ricevesse il via libera, superando quota 7 milioni per le famiglie e 11 milioni per i figli. Alla base del provvedimento la necessità di eliminare un ostacolo all’ottenimento di quella che ormai è quasi l’unica forma di sostegno familiare. L’ultima riforma, datata 2015, ha infatti accentuato lo squilibrio dei parametri. Con il risultato che l’assegno non è arrivato a molte delle persone che ne necessitavano.

RIFORMA ISEE 2022, QUANTO COSTEREBBE 

Secondo gli esperti, basterebbe rivederne alcuni, tra cui le case sfitte o quelle ricevute in eredità, che alzano l’Isee e diminuiscono l’importo del beneficio. Si andrebbe così a ridurre notevolmente l’incidenza del patrimonio immobiliare, attestata al 20% del coefficiente. Ma tra le ipotesi vi è anche quella di portare il tetto per l’esenzione dell’abitazione da 52mila a 80mila euro. Quanto infine alle coperture, si stima che il costo della riforma possa essere superiore ai 18 miliardi: una preoccupazione non da poco per i conti pubblici.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE