Christian De Sica
Christian De Sica

Christian De Sica: “Il Covid? Ha colpito anche me. Niente feste di Natale”

Christian De Sica ha voluto parlare del suo momento durante il Covid, dei nuovi cinepanettoni e del Natale che, quest’anno sarà diverso

L’attore e regista romano Christian De Sica, si è lasciato andare in un’intervista a Il Messaggero, dove ha parlato del suo periodo in cui si era preso il Covid e dei cinepanettoni che come sappiamo in ogni Natale, accompagnano gli italiani a grandi risate.

“Il Covid ha colpito anche me, però, devo ringraziare Dio perché mi è venuta solo una leggera febbre con un po’ di debolezza diffusa. Sono riuscito a rimanere a casa e a curarmi da solo, ora sono passati 4 giorni e il mio tampone è negativo. Sto aspettando l’uscita del mio ultimo film Un Natale su Marte che ho girato con il mio amico Boldi, poi inoltre, sono in fermento, voglio iniziare a girare l’altro film Chi ha incastrato Babbo Natale, qui, interpreterò il vecchio vestito in rosso che è un po’ rimbambito e sarà vittima del napoletano Siani”.

NATALE E LAVORO

“Sicuramente non sarà una cosa bella rinunciare al Natale. Io il 25 dicembre lo vivo come una grande festa da vivere con la famiglia ma anche con gli amici. Le ultime notti del Natale, le ho passate nella casa in Toscana, in pigiama, con la mia famiglia a preparare il cenone per le persone care, sarà molto dura dover rinunciare a tutto ciò, a questa tradizione. Quest’anno rimarrò a Roma, faremo un Natale piccolo, senza parenti né amici, questa è una grande amarezza che mi porto nel cuore, ma le cose stanno andando così. Nel cinema non paga più nessuno, io sono fortunato, ho dei produttori corretti, ma molti si ritrovano senza avere avuto il loro lavoro pagato per colpa della pandemia. Penso che tutti si adegueranno a questa nuova norma del Natale, siamo italiani e quindi, abituati agli imprevisti”.

COVID

“Quando ho scoperto di essere positivo, non mi è preso il panico ma, ho affrontato tutto ciò con la consapevolezza che ce l’avrei fatta e anche una speranza nel futuro. Quando si è in questa situazione, bisogna viverla con positività, per fortuna ora sto bene. Ci sono stati tanti incoscienti ma alla fine prevarrà l’atteggiamento di responsabilità”.

NATALE SU MARTE

“Questa idea, viene dal defunto Gigi Proietti, quando ha saputo che stavamo preparando un nuovo film sul Natale ci ha detto: “Siete stati dappertutto e quest’anno ndo’ ca… annate? e così abbiamo deciso di andare su un altro Pianeta”.

Operazione dei carabinieri: 2 pusher in manette, sequestrati 4.000 euro

Stati generali M5S – “Siamo i pazzi della democrazia, al Governo per evitare il baratro”