Festeggiamenti vandalici per la Nazionale: un arresto della Polizia

Festeggiamenti vandalici per la Nazionale: un arresto della Polizia di Stato.

E’ finito nelle maglie degli agenti uno dei responsabili dei festeggiamenti vandalici per la Nazionale. Mantenuta dunque la promessa fatta dal Questore. Gli uomini della Digos e dei Falchi della Mobile di Roma lo hanno cercato in lungo e in largo e alla fine sono riusciti ad individuarlo. 25 anni, lo scorso 6 luglio, dopo la vittoria degli azzurri sulla Spagna, aveva festeggiato alzando un pò troppo il gomito. Individuata un’auto della Polizia, si era infatti arrampicato sul tettuccio, mentre gli agenti erano impegnati a restituire ordine al traffico.

Quando questi ultimi lo hanno individuato, il giovane si trovava nella sua abitazione a Gregna di Sant’Andrea, nel VII Municipio della Capitale. Ivi sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di alcune dosi di droga. I poliziotti lo hanno così arrestato in flagrante con l’accusa di detenzione a fini di spaccio. A suo carico, anche una denuncia a piede libero per vilipendio dello Stato e delle Forze Armate. Con tutta probabilità, sarà condannato al D.a.c.u.r. – divieto d’accesso alle aree urbane – e a rifondere i danni all’autovettura.

Le indagini proseguono ora per trovare altri giovani, accusati di aver danneggiato un mezzo dell’Atac. L’episodio, avvenuto la medesima sera, li avrebbe visti colpirne le porte e danneggiarne gli interni. Ma il lavoro, per volontà del Questore Mario della Cioppa, non si fermerà qui: vicini ad essere identificati anche altri ragazzi, tra cui molti minorenni. A loro gli inquirenti sono arrivati grazie ai video da loro stessi pubblicati sui social. Secondo quanto riferito dalle autorità, diversi di essi proverrebbero da borgate particolarmente attenzionate.

E SARRI SI PRESENTA ALLA LAZIO