Busta con proiettili inviata a Papa Francesco, un indagato

Busta con proiettili inviata a Papa Francesco, individuato il responsabile

Svolta nelle indagini sul giallo della busta con proiettili inviata a Papa Francesco.

Busta con proiettili inviata a Papa Francesco. Il plico, con all’interno tre pallottole, è stato intercettato nel Centro di smistamento di Peschiera Borromeo, in provincia di Milano. Secondo le prime informazioni, sarebbe stato inviato dalla Francia. Su di esso, ora nelle mani dei Carabinieri di San Donato Milanese, stanno ora indagando gli uomini del Nucleo Investigativo provinciale del capoluogo lombardo.

A dare l’allarme, nella notte, il responsabile del centro, al quale alcuni addetti avevano segnalato la presenza tra la corrispondenza del busta. Che, oltre ai tre colpi, pallini calibro 9 millimetri, recherebbe un’intestazione scritta a penna con l’indirizzo del Papa. Presente anche la copia di un versamento di 10 euro, il cui motivo e le circostanze di effettuazione sono al vaglio degli inquirenti.

Ad inviare il tutto sarebbe stato un uomo già conosciuto dalle forze dell’ordine vaticane: in passato si era infatti già reso protagonista di episodi simili nei confronti della Santa Sede.

GREEN PASS FALSI IN VENDITA SUI SOCIAL

ULTIME NOTIZIE