VACCINO Eleonora Brigliadori, parole di fuoco contro l’inoculazione

Incidente

VACCINO Eleonora Brigliadori si scaglia contro la campagna per l’immunizzazione.

VACCINO Eleonora Brigliadori, ovvero, è proprio il caso di dirlo, il diavolo e l’Acqua Santa. L’attrice, in questi mesi di pandemia, non ha mai nascosto le proprie posizioni di fervente no vax. Ma forse i suoi toni non erano mai stati così duri e al limite del delirio come quelli usati nell’ultima esternazione. Che ha avuto luogo a margine della presentazione di uno spot per un farmaco anti Covid. La platea presente, formata da alcuni giornalisti, ha così potuto assistere al vero e proprio show messo in scena dall’artista classe 1960.

Che ha esordito chiedendo di fermare i vaccini e i tamponi e di togliere le mascherine. Queste ultime sono accusate di “far impazzire la gente”, impedendole di “pensare liberamente”. Perchè, spiega, il loro scopo non sarebbe proteggere dal Covid, ma “mandare in cortocircuito le vostre sinapsi“. “Vi stanno uccidendo”, avverte, ergendosi poi a salvatrice del genere umano. Ogni membro del quale, a suo parere, dovrebbe essere libero di decidere della propria vita. In ciò, spiega, sarà invece sostituito da “un uomo nella stanza dei bottoni”, tramite un “impulso 5G“.

Quest’ultimo, svela, generato dalla “grafite” presente nei vaccini, sarebbe in grado di colpire gli uomini nel loro punto debole, mandandolo in cortocircuito. Il discorso si fa più dettagliato quando la Brigliadori fornisce la tempistica (“18 mesi dopo i vaccini“) e le conseguenze dello scenario descritto. Che, dice, saranno disastrose: “Vi distruggeranno il genoma” e “non sarete più figli di Dio”. Al cui posto, prosegue, arriverà “un’entità satanica, che farà commercio di voi”. Come? Attraverso un “codice”, un “copyright” che verrà installato nella nostra mappa genica.

Ma ci si può salvare da una simile catastrofe? Su questo, l’attrice non ha dubbi e si concentra sui “ragazzi dai 27 anni alle donne incinte“. Ai quali, dice, con il vaccino verrebbe iniettata anche la sterilità e quindi l’impossibilità di procreare. La Brigliadori la definisce “la terza guerra mondiale“, combattuta su un campo di battaglia decisamente insolito: “nel vostro sangue e nelle vostre parole e pensieri”.

CLICCA QUI PER ASCOLTARE IL DISCORSO INTEGRALE DELL’ATTRICE

LEGGI ANCHE LE ULTIME SUGLI HACKER NEL SITO DELLA REGIONE LAZIO