Donne uccise a Prati, gli inquirenti seguono la pista del serial killer

Donne uccise a Prati. Delle vittime, tre in tutto, due sarebbero cittadine cinesi. I loro corpi sarebbero stati trovati esanimi in via Augusto Riboty. A quanto si apprende, una delle due si trovava riversa sul pianerottolo di un edificio. L’altra invece sarebbe stata strappata alla vita in un appartamento. Poco distante, in via Durazzo, sarebbe stato invece rinvenuto il cadavere di una terza persona. Una trans  di origine sudamericana, per la quale sarebbe stata fatale una coltellata. Non si esclude che possa esservi un collegamento tra i tre omicidi, anche se le indagini per verificarlo sono tuttora in corso.

DONNE UCCISE A PRATI, INDAGINI IN CORSO 

Gli inquirenti sembrano però convinti che il responsabile sia lo stesso. Maggiori certezze in tal senso potrebbero però arrivare al termine degli accertamenti sui tabulati degli apparecchi telefonici delle tre vittime. Importante sarà infatti sapere con chi hanno avuto contatti nelle ore precedenti la morte, perché proprio in questa cerchia potrebbe celarsi l’assassino. E altri indizi potrebbero essere ricavati dall’analisi della videosorveglianza dei teatri dei rinvenimenti. Zone tranquille, come le descrivono i residenti. Il che rende ancora più preoccupante quanto avvenuto.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE